Tra le novità portate da Asus al Computex di Taipei troviamo la scheda video GTX 770 Poseidon appartenente alla serie ROG.

poseidon 1

La caratteristica principale di questo modello è l'utilizzo di un sistema di raffreddamento ibrido che abbina una ventola CoolTech ad un monoblocco costituito da heatsink più waterclock. All'utente è offerta la possibilità di abilitare uno solo dei due meccanismi di raffreddamento (aria o liquido) oppure di farli funzionare in combinata per massimizzare la capacita di dissipazione del calore.

poseidon 2

Altra particolarità è la scelta di Asus di sfruttare un PCB che non deriva dalle GTX 770 o dalle GTX 680. La GPU GK104-425 che equipaggia la GTX 770 Poseidon è infatti montata sul PCB della GTX 670 DirectCu 2, circuito che noi abbiamo analizzato a questo indirizzo e che si distingue per una sezione di alimentazione a 6+2 fasi Digi+ con tecnologia Super Alloy Power, con la porzione VRM dedicata alla GPU spostata in avanti.

poseidon 3

Rispetto alle altre GTX 770 i connettori di alimentazione PCIe AUX tornano ad essere solo due da 6-pin (come sulle GTX 680 tradizionali). Considerando il maggiore power draw della GPU questo potrebbe limitare il potenziale di overclock "manuale" della scheda, fermo restando che il raffreddamento ibrido darà sicuramente una grossa mano alla funzione GPU Boost 2.0 e consentirà di abbassare notevolmente il valore di 'Temp target'.

Aggiornamento!

Controllando meglio la targhetta con le specifiche preliminari di questo modello notiamo che Asus non parla di GTX 770 Poseidon ma di GTX 700-series Poseidon. A questo punto considerando il PCB quella in  foto potrebbe essere la GTX 760 Poseidon.