Il tracollo delle monete virtuali, oltre alle stringenti leggi cinesi, stanno costringendo i miner del luogo a vendere interi stock di GPU. La vendita di queste GPU, comunque, non sta andando spedita come previsto, a causa soprattutto dell'odio che i videogiocatori stanno mettendo in campo nei confronti di questi approfittatori. Un esempio è disponibile sul canale social cinese Baidu, a questo indirizzo.

Messe inizialmente in vendita ad un prezzo attorno ai 2900 Renminbi (425$), le RTX 3070 e RTX 3080 faticano a trovare gli acquirenti. I frequentatori del forum, infatti, si stanno divertendo a giocare al ribasso, offrendo 200 (30$) o anche 50 (8$) Renminbi ... spese di spedizione gratute comprese! Va comunque detto che qualche disperato non si sta facendo scrupoli ad acquistare alcune di queste schede al prezzo offerto, ma fa comunque piacere sapere che numerosi videogiocatori mantengono alto il proprio onore.

In ultimo, questa discussione su Baidu dimostra come per NVIDIA sarà difficoltoso ripulire i magazzini con una tale quantità di schede video nel mercato dell'usato. Per AMD, invece, questa problematica non sembra sussistere, in quanto chi ci ha guadagnato di più con questa bolla speculativa sembra essere stata proprio NVIDIA. La prossima trimestrale sarà qui a dimostrarlo.