ASCII.jp ha pubblicato un interessante sondaggio che ha visto quali protagonisti i negozi del distretto iper-tecnologico di Akihabara, nella città di Tokio.

 

 

Secondo quanto viene riportato, le nuove CPU Haswell vendono bene, ma non tanto bene quanto  le CPU Ivy Bridge al momento del lancio. Addirittura moltissimi clienti richiedono ancora oggi le CPU Ivy Bridge, soprattutto per via del TDP meno elevato. L'aumento della potenza della iGPU è vista come una caratteristica secondaria . Questo trend si constata nella classifica dei processori Intel Haswell più venduti (Classifiche relative alla catena di negozi BUY MORE). A parte i primi due classificati, l'i7-4770K e l'i7-4770, nelle restanti prime cinque posizioni trovano posto solo i modelli a basso consumo delle serie S (65W) e T (45W), segno che ai giapponesi non è andato giù l'aumento del TDP. Il tanto osannato i5-4670K è infatti assente dalla classifica.

 

 

Osservando lo scarso successo dei processori dedicati all'overclock, si può immaginare la classifica delle schede madri. Le costose Asus Z87-Plus (180 euro) e Z87-Pro (200 euro) si aggiudicano la prima e la quinta piazza, mentre nelle restanti tre troviamo delle “economiche” AsRock (tra i 150 e i 100 euro).  

 

 

Insomma, Haswell sta vendendo bene, ma a giudicare dalle parole dei negozianti di Hakihabara non quanto sperato: i clienti che scelgono le CPU Ivy Bridge sono molti, per alcuni negozianti ancora troppi.