Pagine

 

Efficienza energetica

I consumi del sistema sono stati valutati misurando l'assorbimento sulla presa di corrente ed effettuando rilevazioni in IDLE e sotto sforzo (CPU Stability Test). I valori riportati in tabella tengono conto anche di un fattore di correzione relativo all'alimentatore utilizzato:

  • Il valore registrato va considerato solo in termini comparativi in quanto include anche l'inefficienza dell'alimentatore;

  • L'inefficienza dell'alimentatore non è lineare ma segue una curva che tenderebbe a penalizzare i consumi ridotti (l'efficienza è generalmente maggiore quando il carico sull'alimentatore aumenta). Per questo abbiamo applicato una correzione percentuale ai risultati utile a rendere idealmente lineare la curva di inefficienza.

  • Occorre tener presente che anche la scheda madre ha la sua influenza sui consumi, dunque non è possibile attribuire in maniera certa un determinato valore di assorbimento alla sola CPU

 gpu1

I consumi in IDLE della nuova piattaforma Intel Hawell sono i più bassi in assoluto fra quelli da noi registrati sinora, segno che in questo caso Intel ha fatto un buon lavoro di ottimizzazione.

 

gpu2

gpu3

Lo stesso non accade sotto stress ove i consumi tornano a salire rispetto alla precedente generazione di CPU.

 temps

Gli assorbimenti della CPU si riflettono in maniera diretta sulla dissipazione. In questo caso, quando messa sotto stress e utilizzando un dissipatore ad aria Noctua NH-U12S, registriamo temperature massime pari a 79°C a fronte di un valore medio in idle di 34°C. La stessa prova su una APU AMD A10-6700 aveva portato a valori di 43°C massimi mentre su una APU A10-5800K avevamo raggiunto i 47°C. Quel che stupisce è che, se la prima ha un TDP inferiore a quello di Haswell (65W) la seconda presenta un TDP di ben 100W. E' chiaro che dal punto di vista della dissipazione le CPU Haswell non sono per nulla efficienti.