Nei giorni scorsi il sito turco donanimhaber ha affermato che Intel starebbe preparando una nuova versione versione della serie Extreme Desktop di Sandy Bridge-E, il cui nome sarà i7-3970X.

 

 

Questa CPU a sei core dovrebbe avere quali frequenze i 3,5 Ghz a default e i 4,0 Ghz con il Turbo. 100 Mhz in più, in entrambe le condizioni, rispetto all'attuale top di gamma, il 3960X.

 

Il sito turco, inoltre, prevede che il TDP si mantenga a 130W, ma il sito cinese MyDrivers.com è di altro avviso. La nuova CPU, nel caso venga commercializzata, sarebbe una versione castrata del processore Xeon E5-2687W a 8 core da 150W di TDP. L'i7-3970X sarebbe una versione di questo Xeon, a cui sarebbero disabilitati due core e la logica che controlla le memorie ECC Registred.

 

Intel manterrebbe il TDP di 150W in quanto anche se “addormentata”, la parte non utilizzata assorbirebbe comunque dell'energia. Questo imporrebbe ai produttori di certificare le proprie schede madri per poter utilizzare questa CPU. In tal modo Intel non sarebbe chiamata in causa nel caso o la CPU o la scheda madre di qualche sfortunato utente si bruciasse, evitando i costi di parte degli RMA.

 

Per il momento non si conosce la data di commercializzazione della CPU, ma dovrebbe essere presentata a breve.