Secondo l'ultimo report pubblicato dalla società di analisi di mercato Jon Peddie Research, sia AMD sia NVIDIA hanno visto ridursi drasticamente le vendite delle schede video discrete, a favore delle soluzioni integrate.

 

 

Le vendite delle APU di AMD, nel mercato PC Desktop, sono aumentate del 25% rispetto al trimestre precedente ma, al contempo, le vendite delle schede video discrete hanno subito una contrazione pari al 33,33%. Situazione ancora più grigia nel mercato Notebook, segnato da un doppio meno, in quanto le APU hanno fatto segnare un -53,5% e le GPU discrete un -9,1% nelle vendite su base trimestrale sequenziale.

Anche NVIDIA vede diminuire abbastanza marcatamente le vendite: -12,03% nel mercato PC Desktop e -21,6% nel mercato Notebook, sempre rispetto al trimestre precedente.

Intel, nel medesimo periodo, fa segnare un -7,3% tra settore Desktop e Notebook, ma a causa della contrazione del mercato PC in generale, come abbiamo già avuto modo di scrivere, in quanto non produce soluzioni discrete ed il 99% della propria offerta integra una iGPU.

 

 

Una situazione problematica più per AMD e NVIDIA, che per Intel. AMD non riesce a sfondare nel mercato con le proprie APU, sebbene abbia dato il via alla moda di integrare la GPU nel Die della CPU, mentre NVIDIA non dispone della licenza x86 per entrare direttamente in concorrenza con Intel. La maggior parte dell'utenza, inoltre, trova più che sufficienti le integrate di Intel, in quanto a funzionalità, e questi sono i risultati: “Total discrete GPU (desktop and notebook) shipments from the last quarter decreased -17.07% and decreased -26.27% from last year”. Oramai, chi acquista una scheda video discreta sono i videogiocatori ed i professionisti della grafica.

Proprio per questo la classifica relativa alle quote di mercato delle GPU vede Intel in testa con il 75,2% (+5,3% YoY), seguita da NVIDIA con il 14,1% (+0,5% YoY). Terza AMD, con lo 10,7% (-5,8% YoY).