Ha fatto scalpore, tra la comunità degli overclocker, la decisione da parte dello staff di HWBOT.org di bannare il SO Windows 8 dalle competizioni, in quanto è stato scoperto un bug piuttosto grave: downlockando il BCLK delle CPU Intel da Windows, l'orologio di Windows rallenta. Poiché molti programmi di benchmark, per calcolare il tempo impiegato dalla CPU per completare i propri  test, utilizzano l'orologio di Windows quale parametro di riferimento (ora finale meno ora iniziale), molti score risultano falsati. Per effettuare un risultato migliore fino al 7% basta utilizzare la stessa frequenza (alzando il moltiplicatore), ed al contempo abbassando la frequenza del BCLK.

 

 

Questo bug è stato scoperto su piattaforme Intel, ed ad un utente del sito svizzero Ocaholic, Christian Ney, si è chiesto: anche le CPU AMD sono afflitte dal medesimo problema, modificando il BUS?

Leggendo il thread che ha aperto sul forum del sito la risposta è univoca: NO. Il bug è un problema delle sole CPU Intel. A questo punto ci si pone una domanda: perché le CPU Intel ne sono afflitte?

E' assodato, da anni, che il compilatore Intel, utilizzato dalla maggior parte dei programmatori, ha una certa preferenza per le CPU di Santa Clara (sarebbe strano il contrario), e che quello stesso compilatore ha messo nei guai Intel anche nel mondo Mobile, con l'AnTuTuGate. Gli utenti del sito svizzero sono concordi nell'affermare che buona parte dei problemi potrebbero derivare proprio da Intel e dall'ottimizzazione software di cui gode.


Christian Ney, sul forum, ha affermato: "Now I am pretty sure Windows 8 use the CPU internal timer (RDTSC) on Intel and on AMD it reads the external RTC. Before, with Windows 7, Windows was reading/using RTC on both".

Per ora, comunque, Intel non ha commentato la notizia, ma ci si aspetta un comunicato a breve. Sarà il secondo smacco in poche settimane per Chipzilla?