Secondo quanto riporta il sito svedese SWEClockers.com, Intel, con SkyLake, avrebbe intenzione di diminuire il quantitativo di eDRAM da utilizzare in combinazione con le iGPU GT3 e GT4.

 

 

Si passerà, quindi, dagli attuali 128MB di eDRAM utilizzati con le iGPU Irsi Pro 5200 su Haswell, e dai 128MB di eDRAM delle iGPU più performanti di Broadwell, a 64MB, sia su SkyLake U, Y ed H (dedicati al mercato Mobile e Notebook) sia su SkyLake S (versione Desktop, Socket 1151).

Questa decisione è stata presa, probabilmente, per due ragioni. La prima riguarda un contenimento dei costi, davvero elevati. Nonostante il passaggio ai 14nm, la eDRAM continuerà a costare molto. E' possibile che, a causa dei notevoli aumenti dei costi di produzione che si avranno con i 14nm, 64MB con tale nodo costeranno circa quanto i 128MB prodotti con l'attuale nodo a 22nm (cioè circa 50 dollari).

Una seconda ragione riguarda lo sfruttamento di questa memoria. In intel si devono essere fatti due conti, e probabilmente attraverso una migliore gestione della stessa, sia via accorgimenti Hardware, sia via accorgimenti Software (Driver), 64MB di eDRAM dovrebbero rivelarsi sufficienti.

Tale diminuzione di memoria L4, potrebbe essere anche bilanciata dall'utilizzo delle più performanti memorie DDR4, in grado di garantire una banda passante molto più elevata rispetto alle attuali DDR3.

Ricordiamo, in ultimo, che SkyLake sarà realizzato dal Team di Sviluppo israeliano di Haifa (Haswell e Broadwell sono invece sviluppati dal Team Oregon, USA), e quindi potranno esserci differenze marcate dal punto di vista progettuale. Una delle più importanti fino ad ora svelate, riguarda l'assenza del FIVR in SkyLake.