Secondo quanto riporta una ricerca effettuata da IC Insights, AMD sarebbe stata scalzata dal secondo posto nella classifica mondiale dei produttori di microprocessori. Seconda in classifica dalla metà degli anni '90, nel 2012 è stata infine superata da Qualcomm e Samsung.

 

 

A quanto pare il successo che stanno riscuotendo gli Smartphone e i Tablet sta portando molto in alto i produttori di SoC ARM, di cui Qualcomm e Samsung sono i capofila. La prima è cresciuta del 28% in un anno, la seconda di ben il 78%! Anche le altre case crescono molto bene. Nvidia, ad esempio, è cresciuta del 29%.

AMD, al contrario, ha visto diminuire le vendite del 21%, ed anche Intel ha osservato una contrazione, seppure minima, dell'1%.

 

 

Le difficoltà dei mercati storicamente monopolizzati dalle CPU x86 (Desktop e Notebook) hanno permesso ai concorrenti di Intel ed AMD di erodere notevoli quote di mercato. Se nel 2008 la quota di mercato di Intel era del 73,9%, nel 2012 è scesa ad appena il 65,3%, attraverso graduali cali: “Intel remained the dominant leader in MPU sales, but its share slipped to 65.3% in 2012 compared to 67.3% in 2011 and 68.6% in 2010, IC Insights noted”. Se AMD piange, Intel non può certamente ridere.

Le due storiche case impegnate nella realizzazione di CPU x86, a questo punto, devono tirare fuori dal cilindro qualcosa di realmente rivoluzionario se vogliono interrompere questo trend che sembra inarrestabile. Riusciranno nell'intento?