Secondo quanto comunicato da SK Hynix, le memorie GDDR6 saranno disponibili entro i prossimi tre mesi, con conseguente commercializzazione di schede video basate su queste memorie a partire dal terzo trimestre del 2018.

Le GDDR6 saranno disponibili nei formati di 8Gb (1GB) e 16Gb (2GB), e questo permetterà la realizzazione di schede video equipaggiate con fino a 16GB di memoria, ad un prezzo di listino di poco superiore a quello delle attuali schede da 8GB (Almeno teoricamente, considerato il pazzo settore del Mining). La prodozione iniziale di GDDR6 sarà circa il 20% più costosa delle memorie GDDR5 attuali, ma questa disparità sarà destinata ad annullarsi nell’arco di un anno.

Le memorie GDDR6, inoltre, offriranno un ottimo boost prestazionale rispetto alle GDDR5, in quanto già i primi esemplari di serie garantiranno una Bandwidth di ben 16 Gbps (Le GDDR5 di fascia alta si fermano a 12 Gbps). A parità di numero di chip utilizzati, la Bandwidth aumenterà di circa il 33%.

Queste memorie, in ultimo, non si sa con quale nodo saranno prodotte presso SK Hynix, ma Samsung ha già annunciato che le proprie GDDR6 saranno prodotte a 10nm. SK Hynix, quindi, non dovrebbe discostarsi troppo da questo nodo. Per questo motivo le GDDR6 dovrebbero garantire un risparmio energetico pari a circa il 20% rispetto alle GDDR5.

Alla luce di ciò, dobbiamo aspettarci sul mercato le prime schede video dotate di memorie GDDR6 per la seconda metà del 2018, probabilmente verso fine estate.