Sebbene il nome possa trarre in inganno, non stiamo parlando del successore del Crucial M550, famiglia di SSD prodotti da Micron annunciati esattamente 6 mesi. Infatti, nonostante questi Micron M600 concettualmente molto più simili ai Crucial MX100 con cui condividono le NAND da 128Gbit a 16nm MLC prodotte appunto da Micron e il controller Marvell, l'assenza del brand Crucial sta proprio ad indicare che questo non è assolutamente un prodotto di fascia consumer quanto un prodotto dedicato ad OEM e assemblatori; nel mercato retail questo prodotto neanche arriverà. Cosa ha di particolare?

M600

Disponibile nei formati SATA, mSATA e M.2 con capienze da 128 GB, 256 GB, 512 GB e 1 TB (il formato M.2 arriva fino a 512 GB), questi SSD presentano una tecnologia particolare che Micron chiama Dynamic Write Acceleration (DWA) , tecnologia che consente di usare parte dello spazio a livello di blocchi a dispozione come celle SLC invece che come celle MLC. Successivamente, durante periodi di non attività, il contenuto salvato in questo spazio costituito da celle SLC viene trasferito nella memoria MLC.

Se ad un primo sguardo questa caratteristica può sembrare uguale a quella offerta in alcuni SSD di Samsung o di SanDisk, in questi modelli di Micron lo spazio assegnato a queste celle SLC è dinamico e non statico, ovvero può cambiare nel corso del tempo ed assumere dimensioni variabili.

dyn_vs_statFonte: Micron

Questa è una caratteristica particolarmente interessante per i modelli dalla capacità più bassa (limitati nel numero di die connessi in parallelo al controller) e per accelerare piccole scritture (tipiche dei sistemi client) ma, non ha effetto in caso di scritture sequenziali prolungate; solo una percentuale di dati infatti può essere scritta nelle memorie SLC prima che l'SSD debba tornare ad usare i blocchi MLC. Nel grafico qui sotto viene evidenziato proprio cosa succede in questa evenienza con il modello da 128GB; è tangibile il crollo delle prestazioni non appena si sorpassa il 46% poichè oltre questo limite l'SSD smette di usare le celle SLC e inizia a scrivere i dati nei blocchi MLC. C'è inoltre un altro decadimento delle prestazioni sorpassato il 58%: è oltre questo limite che l'SSD, per liberare spazio, non aspetta periodi di inattività del disco per eseguire il trasferimento del contenuto dell'SLC ma li esegue contemporaneamente al processo di scrittura di nuovi dati sul disco.

128fill
Fonte: Micron

Oltre a questa funzionalità è presente il supporto allo stato DevSleep, la certificazione TCG Opal 2.0 e IEEE 1667 e la specifica eDrive di Microsoft. Di seguito abbiamo riportate le caratteristiche del prodotto, in una tebella comparativa dal puro spirito accademico visto che i due prodotti riportati appartengono a fasce d'utenza profondamente diverse:

                              Micron M600 vs Crucial MX100
M600 MX100
Controller M9arvell 88SS918
NAND Micron 16nm MLC
Capacità 128GB 256GB 512GB 1 TB 128GB 256GB 512GB

Configurazione
die

8x16GB 16x32GB 32x16GB 64x16GB - - -

Lettura
Sequenziale

560 MB/s 550 MB/s

Scrittura
Sequenziale

400
MB/s
510
MB/s
150
MB/s
330
MB/s
500
MB/s

Lettura 4K
Casuale

90K
IOPS
100K
IOPS
80K
IOPS
85K
IOPS
90K
IOPS

Scrittura 4K
Casuale

88K IOPS 40K IOPS 70K IOPS 85K IOPS
Durata 100 TB 200 TB 300 TB 400 TB 72 TB
Garanzia 3 anni

Non essendo prodotti dedicati al settore consumer, non esiste un listino ufficiale disponibile al pubblico. In ogni caso, la versione da 1 TB sarà venduta a circa 450 $, prezzo che, date le caratteristiche tecniche, non risulta poi elevato.