Le interfacce 3D ad interazione gestuale potrebbero presto non essere più un'esclusiva dei film sci-fi: Microsoft Research è riuscita a generare un desktop 3D interattivo tramite la combinazione di Kinect per Windows e uno schermo OLED 3D trasparente.

Ciò ha permesso la creazione di un desktop 3D dove è possibile interagire con degli elementi grafici direttamente con il movimento delle mani.
 La trasparenza dello schermo OLED assieme alla stereoscopia 3D priva dei classici occhiali ha permesso la creazione di un ambiente virtuale in stile Minority Report, nonostante l'attuale prototipo non concede tutta la libertà di movimento vista nel film.

Seppure i risultati ad una prima vista possano sembrare banali e privi di utilità, l'evoluzione di tale tecnologia potrebbe portare in tempi non troppo brevi a vere e proprie rivoluzioni in determinati settori come quello medico, la progettazione 3D ed industriale o scenari di addestramento virtuale.

Per il momento quindi si possono solo ipotizzare i possibili futuri impieghi, ma già la semplice visualizzazione del video pubblicato da Microsoft apre la strada ad innumerevoli scenari.