Pagine

Tecnologia Display Link

Il funzionamento dei monitor USB, degli adattatori USB per monitor e delle docking station è regolato dalla tecnologia Display Link. Tale tecnologia permette di ottenere un playback video molto fluido e garantisce una connessione a bassa latenza che non fa certo rimpiangere i tradizionali monitor. Essa garantisce supporto per schermi a 32-bit di colore con risoluzione fino a 2560x1152 il tutto attraverso una connessione USB 2.0 e utilizzando la modalità "plug and display" (basta collegare il monitor ad una porta USB senza riavviare la macchina per vederlo in funzione).

Il funzionamento della tecnologia DisplayLink prevede l'installazione di un software sul PC capace di utilizzare sia le risorse della CPU che quelle della GPU per processare le informazioni grafiche e spedirle via USB al display connesso. I frame per lo schermo sono automaticamente compressi utilizzando le apposite tecnologie adattive DL2+ o DL3 che bilanciano le modalità di compressione in base al contenuto, alla potenza della CPU ed alla banda USB cercando di fornire la migliore esperienza possibile.

I pacchetti compressi sono inviati attraverso un normale cavo USB 2.0 il più veloce possibile al monitor che include un chip DisplayLink capace di decodificare i dati compressi in flussi video o dati grafici.

Per poter correttamente gestire la creazione del frame video, la compressione e l'invio dei dati il sistema DisplayLink fa leva sulla potenza della CPU e della GPU. Questo fa si che ci siano dei requisiti minimi da rispettare, come indicato in questa pagina.

Ad esempio per Windows 7 occorre che la scheda grafica abbia un driver WDDM installato, che l'indice delle prestazioni di Windows WEI abbia un valore almeno pari a 3 alla voce ‘Graphics; Desktop performance for Windows Aero’ e almeno pari a 4,5 per la visualizzazione corretta di video in Full HD.

 

 

Il software DisplayLink permette di gestire tutte le funzionalità tipiche di un monitor e, se quest'ultimo dispone anche di casse acustiche, anche del relativo flusso audio.

 

 

Una volta connesso il display, nelle proprietà del desktop è possibile impostarlo come estensione di quello principale oppure come clone.