Sul forum del sito russo ixBT, l’utente SlaveN_VM ha pubblicato il link all’immagine che vedete più in basso. Finalmente possiamo fare maggiore chiarezza sull’imminente offerta di APU AMD, avendo tra le mani dati più completi (sempre che nel mentre non siano cambiati, in quanto le slide datano “Marzo 2016”).

 

 

Particolarmente interessanti sono le notevoli frequenze che AMD è riuscita a raggiungere per le iGPU integrate nelle APU, in alcuni casi pari a 1,1 GHz (come nel modello di punta A12-9800, già citato in un’altra nostra news), rimanendo comunque entro i 65W di TDP con un processo produttivo da molti considerato ormai antiquato, i 28nm BULK HKMG di GlobalFoundries.

 

 

Possiamo affermare con un certo grado di sicurezza che il GHz per la iGPU MAD lo avrebbe potuto raggiungere anche con le ultime APU “Godavari”, ma come abbiamo potuto appurare nella nostra recensione dell’A10-7860K l’utilizzo delle DDR3 ne avrebbe annullato ogni possibile beneficio velocistico. Sarebbe solamente aumentato il consumo energetico.

L’utilizzo delle DDR4, oltre alla migliorata compressione del colore dell'uArch GCN 1.3, dovrebbe aumentare notevolmente le potenzialità dell’iGPU di Bristol Ridge. Le nuove APU dovrebbero infatti supportare, in modalità Overclock (Profilo AMP), DDR4 fino alla frequenza di 3200 MHz (Le DDR3-2400 in Dual Channel offrono una Bandwidth teorica di 38,4GB/s, mentre le DDR4-3200 in Dual Channel offrono una Bandwidth teorica di 51,2 GB/s).

Non ci resta anche attendere il sample di AMD per testare con mano l’effettiva bontà di queste soluzioni.