La casa americana ha dato l'OK per i futuri 20nm di TSMC, processo produttivo che dovrebbe diventare operativo tra la metà del 2014 (se non ci saranno problemi) e l'inizio del 2015 (se qualcosa dovesse andare storto).

 

 

Ad affermarlo è stato Phil Eisler, General Manager del progetto GeForce GRID Cloud Gaming presso la stessa nVidia, in un'intervista alla rivista coreana Hankook Ilbo. Questa affermazione segue di poco le voci riguardo il possibile avvicinamento di Apple ad Intel nel comparto delle fonderie. Si deve sarepere che Jen-Hsun Huang, CEO i nVidia, ha sempre affermato che nVidia vorrebbe vedere i propri chip prodotti dal colosso di Santa Clara, ma se Intel dovesse avere Apple quale cliente questa ipotesi diventerebbe alquanto remota, visti i quantitativi richiesti da Cupertino.

Per tale motivo nVidia dovrà continuare a collaborare con TSMC, ma non si preclude ulteriori strade. Samsung è una di queste, e la casa coreana non ha mai nascosto di voler puntare a diventare la fornitrice sia di AMD sia di nVidia. I 20nm ad alte prestazioni di Samsung dovrebbero vedere la luce nello stesso periodo di TSMC, se non prima.

A seconda di quello che deciderà Apple le altre case si muoveranno di conseguenza. La fonderia che accetterà di collaborare con Cupertino avrà ben poco spazio di manovra per poter accontentare eventuali altri partner di spicco.