Nella giornata di ieri Nvidia ha annunciato una nuova famiglia di chip grafici per sistemi mobile che introduce la tecnologia GPU Boost 2.0 per offrire le massime prestazioni nel rispetto degli assorbimenti energetici. La famiglia GeForce 700M include i modelli GeForce GT 750M, GeForce GT 745M e GeForce GT 740M per il segmento performance oltre ai modelli GeForce GT 735M e GeForce GT 720M per quello mainstream. Per i laptop gaming di fascia alta l'azienda continua a proporre  le GPU GeForce GTX 675MX e 680MX.

700m-1

Vista la collocazione del prodotto non possono mancare quelle feature atte a ridurre drasticamente i consumi come la tecnologia Optimus che permette lo switching automatico dalla GPU discreta a quella integrata quando della prima non c'è bisogno; inoltre è offerto il software GeForce Experience per l'autoregolazione in-game dei settaggi per ottenere il miglior rapporto prestazioni / qualità visiva e tenere sempre i drivers video aggiornati.

Rene Haas, vice presidente e general manager della notebook business unit di Nvidia, ha affermato: "There is an elegant simplicity to Nvidia's GeForce 700M notebook technologies. You use your notebook how you want, and GeForce makes your experience awesome."

Ma nonostante la denominazione nuova di pacca, si tratta tutto sommato di poco più di un rebrand rispetto alla precedente famiglia 600M. La serie di chip grafici GeForce 700M è basata su architettura Kepler a 28nm e supporta memorie GDDR5 o DDR3 a seconda del modello e allo stesso modo dei chip 600M. Differenze sono da ricercare nelle frequenze di funzionamento, leggermente superiori per i nuovi modelli. Ad esempio la GeForce GT 745M, rispetto alla GGT 645M, prevede frequenze massime di 837MHz per il chip e 5GHz per le memorie, invece di 710MHz e 4GHz.

In merito alla rinnovata tecnologia GPU Boost 2.0, questa è stata ottenuta con migliorie software e l'utilizzo di sensori aggiuntivi. Rispetto alla precedente versione 1.0 che controllava le frequenze solo in base alla potenza assorbita, con GPU Boost 2.0 Nvidia prende in considerazione la temperatura della GPU e dei componenti di contorno.

  • GeForce GT 750M: architettura Kepler a 28nm, 384 CUDA core, GPU clock max 967 MHz + Turbo Boost, memorie max 2GB GDDR5 o DDR3 con frequenza massima di 5GHz su bus ampio 128-bit
  • GeForce GT 745M: architettura Kepler a 28nm, 384 CUDA core, GPU clock max 837 MHz + Turbo Boost, memorie max 2GB GDDR5 o DDR3 con frequenza massima di 5GHz su bus ampio 128-bit
  • GeForce GT 740M: architettura Kepler a 28nm, 384 CUDA core, GPU clock max 980 MHz + Turbo Boost, memorie max 2GB GDDR5 o DDR3 con frequenza massima di 5GHz su bus ampio 128-bit
  • GeForce GT 735M: architettura Kepler a 28nm, 384 CUDA core, GPU clock max 889 MHz + Turbo Boost, memorie max 2GB DDR3 con frequenza massima di 2GHz su bus ampio 64-bit
  • GeForce GT 720M: architettura Fermi, 96 CUDA core, GPU clock max 938 MHz + Turbo Boost, memorie max 2GB DDR3 con frequenza massima di 2GHz su bus ampio 64-bit

Sono già diversi i produttori che hanno deciso di adottare una GPU della nuova serie Nvidia. Fra questi citiamo Acer, Asus, Dell, HP, Lenovo, MSI, Samsung, Sony e Toshiba.