Pagine

OCZ Technology, fondata nel 2002 e oggi nota per i suoi prodotti legati ai settori dello storage, delle memorie RAM e della dissipazione, da qualche tempo si è prepotentemente inserita anche nel mercato degli alimentatori per PC attraverso il marchio PC Power & Cooling. Da poco tempo, il produttore ha reso disponibili due PSU proprio sotto la tesa di questo cappello: in grado di erogare una potenza di 750W e 850W rispettivamente, i nuovi modelli Silencer Mk III si pongono come soluzioni modulari e di qualità professionale che ne permettono l'utilizzo in ambienti tradizionali ed industriali supportando di conseguenza performance e stabilità richieste dai sistemi PC anche più estremi.

E come ormai consuetudine per gli alimentatori di fascia alta, anche in questo caso ci troviamo di fronte a due prodotti certificati 80 Plus Gold e dunque forieri di una efficienza molto elevata, che supera il 90 percento con carichi di lavoro tipici. Non possono poi mancare feature accessorie fra cui un sistema di dissipazione che può funzionare in modalità passiva completamente silenziosa per poi switchare in modalità attiva in base alle necessità (Dual Thermal Control System), linea da +12V single-rail, componentistica di elevata qualità, circuiti di protezione e stabilità assicurata con temperature ambienti fino a 50°C.

 

 

Il modello che abbiamo ricevuto per la nostra consueta analisi è inscatolato in una confezione di cartone completamente bianca con scritte molto chiare e poco appariscenti. Segno che anche il prodotto presente all'interno avrà a che fare con il colore della purezza o semplice casualità?

 

 

Tutti gli oggetti presenti nella confezione sono ben ordinati: l'alimentatore stesso è avvolto all'interno di una busta di stoffa bianca, i cavi aggiuntivi sono inseriti all'interno di una borsa con cerniera ed il cordone di alimentazione imbustato. Un paio di volantini pieghevoli riportano le poche istruzioni utente ed i dovuti ringraziamenti per l'acquisto.

Sul retro della confezione sono invece presenti utili informazioni circa la potenza, le certificazioni e le caratteristiche salienti dell'alimentatore oltre alla chiara indicazione del periodo di garanzia, ben sette anni.

 

 

La linea Silencer copre, con i nuovi arrivati, tutte le fasce di utilizzo. Da quelle entry-level con i modelli da 400W, 500W e 600W certificati 80 Plus Bronze a quello da 1200W dotato di certificazione 80 Plus Platinum, passando appunto per i modelli da 750W e 850W annunciati in questi giorni.

 


Caratteristiche tecniche

La tabella seguente riporta le specifiche tecniche del prodotto in esame messe a confronto con quelle di altri modelli testati in precedenza:

Caratteristiche tecniche
Seasonic Platinum 1000W Coolermaster Silent Pro Hybrid 1050W Corsair AX1200i 1200W FSP Raider 650W OCZ Silencer Mk III 850W
Potenza 1000W 1050W 1200W 650W 850W
Potenza di picco 1000W 1050W 1204,8W 650W 850W
Standard ATX 2.3 ATX 12V V2.3, EPS V2.92, Erp Lot6 ATX 12V v2.3, EPS v2.92 ATX 12V V2.31 & EPS 12V V2.92 ATX12V & EPS12V
Tensione Input 100~240V 90~264V 100~240V 100~240V 115~240V
Regolazione Tensione Automatica Automatica Automatica Automatica Automatica
Corrente Input 13~6,5A 11~5,5A 15~7,5A max 9~4,5A max 10A max
Frequenza Input 60~50 Hz 47~63 Hz 50~60 Hz 50~60 Hz 50~60 Hz
Hold Up Time  N/D 17ms N/D N/D N/D
Efficienza  >90% (tipica) 90% Fino al 92% 88% 90% (tipica)
Dimensioni (mm) 150 x 190 x 86 150 x 180 x 86 150 x 200 x 86 150 x 140 x 86 150 x 180 x 86
PFC Attivo (0,99) Attivo (>0,9) Attivo (>0,99) Attivo (0,99) Attivo (>0,98)
Certificazione  80 PLUS Platinum 80 PLUS Gold 80 PLUS Platinum 80 PLUS Silver 80 PLUS Gold
 MTBF N/D  100.000 ore 2.000.000 ore N/D 100.000 ore
Protezioni  OCP, OVP, SCP, OPP, UVP, OTP OCP, OVP, SCP, UVP, OTP, OPP OCP, OVP, SCP, UVP OCP, OVP, SCP OCP, OVP, OPP
 Temperature  0~50°C 0~40°C 0~50°C 0~40°C 0~50°C
 Peso N/D 2,5kg 2,4kg N/D N/D

 

Dalla tabella qui in alto non emergono caratteristiche di rilievo se non la rispondenza agli ultimi standard, la potenza massima di 850W e la certificazione 80 PLUS Gold. Come tutti gli altri alimentatori di fascia alta anche l'OCZ Silencer Mk III 850W garantisce pieno funzionamento fino a temperature ambiente elevate ed una vita media di centomila ore, in linea con quella di altri prodotti similari ma molto distante dai due milioni di ore dichiarate da Corsair per il suo AX1200i.

 

 

Le caratteristiche di uscita dell'alimentatore rappresentano la massima corrente erogabile per ogni linea, senza considerare le limitazioni imposte dalla potenza massima combinata.

 

Caratteristiche di uscita
Seasonic Platinum 1000W Coolermaster Silent Pro Hybrid 1050W Corsair AX1200i FSP Raider 650W OCZ Silencer Mk III 850W
+3,3V 25A 22A 30A 25A 24A
+5V 25A 25A 30A 25A 24A
+12V1 83A 82A 100,4A 50A 70A
+12V2 N/D N/D N/D N/D N/D
+12V3 N/D N/D N/D N/D N/D
+12V4 N/D N/D N/D N/D N/D
+12V5 N/D N/D N/D N/D N/D
+12V6 N/D N/D N/D N/D N/D
- 12V 0,5A 0,3A 0,8A 0,3A 0,5A
+5Vsb 3A 3A 3,5A 3,0A 3,0A

 

Quel che possiamo notare è che il produttore ha deciso di sacrificare qualche Ampére sulle linee dei +3,3V e dei +5V in favore della linea da +12V configurata in modalità single-rail ed in grado di erogare ben 70A!

 

 

Limiti potenza di uscita combinata
Seasonic Platinum 1000W Coolermaster Silent Pro Hybrid 1050W Corsair AX1200i FSP Raider 650W OCZ Silencer Mk III 850W
+12V 996W 984W 1204,8W 600W 840W
+3,3V, +5V 125W 150W 180W 150W 120W
+12V, +5V N/D N/D N/D N/D N/D
+12V, +3,3V N/D N/D N/D N/D N/D
+12V, +3,3V, +5V N/D N/D N/D N/D N/D
+5Vsb 15W 15W 9,4W 15W 15W
-12V 6W 3,6W 17,5W 3,6W 6W
Tutte le linee 1000W 1050W 1204,8W 650W 850W

 

Sulla singola linea da 12V possono essere estratti ben 840W anche se a quel punto alle altre linee resterebbero solo 10W prima di raggiungere il limite degli 850W. Questa non è sicuramente una situazione che possa rispecchiare la realtà, perciò crediamo che verosimilmente il Silencer da 850W possa fornire 700 - 750W dalla linea dei +12V e 100 - 120W da quelle dei 3,3V e 5V.

 


Cavi e connettori

La scelta fatta circa cavi e connettori, per l'alimentatore in prova, è stata quella di lasciarne alcuni fissi, quelli principali più alcuni per la scheda video, ed altri da configurare secondo le proprie esigenze.

 

Connettori disponibili
Seasonic Platinum 1000W Coolermaster Silent Pro Hybrid 1050W Corsair AX1200i FSP Raider 650W OCZ Silencer Mk III 850W
ATX 24-pin 1x (60cm) 1x (70cm) 1x (61cm) 1x (50cm) 1x (65cm)
ATX 12V 1x 4+4-pin (65cm)
1x 8-pin (65cm)
2x 4+4-pin (75cm) 2x 4+4-pin (65cm) 1x 4+4-pin (60cm) 2x 4+4-pin (65cm)
Floppy 2x adattatori 1x (75cm max) 2x adattatori 1x (120cm max) 1x adattatore
Molex 8x (70cm max) 5x (75cm max) 12x (75cm max) 3x (110cm max) 4x (90cm max)
SATA 11x (70cm max) 12x (80cm max) 16x (85cm max) 6x (110cm max) 12x (90cm max)
PCI-E 6x 6+2-pin (60cm) 6x 6+2-pin (80cm) 6x 6+2-pin (60cm) 2x 6+2-pin (50cm) 2x 6+2-pin (65cm, fissi)
4x 6+2-pin (60cm, configurabili)

 

I cavi fissi, tutti di lunghezza pari a 65cm, includono il connettore ATX a 24 poli, due connettori ATX +12V a 4+4 poli e due connettore PCIe a 6+2 poli. Il foro di uscita dall'alimentatore prevede un anello plastico utile ad evitare abrasioni mentre ogni matassa di cavi ha una guaina utile sia come protezione che che ad evitare accidentali ortocircuiti.

 

 

I cavi terminano con un piccolo pezzo di guaina termorestringente sotto il quale è stata inserita una fascetta atta a tenere bloccata la guaina ignifuga. I connettori utilizzati sono di elevata qualità e su di essi vi è stampigliata una serigrafia che ne indica il corretto utilizzo.

 

 

Tutti gli altri cavi vanno collegati mediante un attacco circolare ed offrono un ampio ventaglio di connettori. In questo caso il produttore non ha adottato alcun sistema di protezione ma ha deciso di fornire cavi in forma di piattina.

 

 

L'attacco circolare comprende una sezione in ceramica centrale con quattro fori per altrettanti cavi e con una sezione che impedisce la spina possa essere inserita in posizione errata. Su questa parte è poi agganciata una ghiera metallica dotata di vite di bloccaggio.

 

 

I connettori di tipo PCI Express per schede grafiche sono tutti del tipo a 6+2 poli in modo da poter soddisfare tutte le necessità di alimentazione in tal senso.

 

 

I cavi Serial ATA includono 4 connettori ciascuno posizionati a diverse lunghezze per poter raggiungere periferiche installate più o meno lontane dall'alimentatore:

 

 

Lo stesso vale anche per i connettori Molex a 4 poli. Il produttore ha incluso anche un adattatore Molex - Floppy.

 

 

 


All'esterno

Verniciatura bianca con elementi di colore nero e grigio caratterizzano questo alimentatore dalle dimensioni superiori (ovviamente in lunghezza) rispetto a quelle standard. Sulla parete laterale il produttore ha incollato un adesivo recante le indicazioni circa marca e modello del prodotto oltre alla sua potenza di uscita massima.

 

 

Sul pannello posteriore, completamente forato con disegno a nido d'ape, sono presenti la presa di corrente, un interruttore per accendere e spegnere l'alimentatore ed uno switch per gestire la modalità di intervento della ventola.

 

 

Quest'ultima è posizionata dietro una griglia di protezione ed ha dimensioni pari a 140x140x25mm. Marchiata Globe Fan con numero di modello RL4Z B1402512H, prevede tensione di funzionamento nominale pari a 12V, velocità di rotazione massima di 1500 RPM con 102,4 CFM e rumorosità di 34 dBA.

 

 

Il sistema di raffreddamento può funzionare secondo due differenti modalità, come visibile nel grafico seguente. La modalità normale (normal mode, in arancio), prevede che la ventola funzioni sempre ad un minimo regime di 800 RPM fino ad un valore di carico del 50%. Da lì in poi la curva sale secondo un andamento parabolico fino a toccare i 1400 RPM. La modalità silenziosa (silent mode, in blu), prevede che la ventola resti completamente spenta con carichi fino al 50% per poi garantire un intervento seguendo la stessa curva vista in precedenza.

Chiaramente questa seconda modalità sarebbe preferibile ma dipende da quanto l'interno del vostro case è areato. Se c'è penuria, in questo senso, è consigliabile lasciare attiva la modalità normale.

La rumorosità della ventola, quando gira al minimo, è un po' più elevata di quella misurata con modelli concorrenti ed effettivamente è dovuta più ad una specie di cigolio che non al flusso d'aria spostato. Purtroppo con questo alimentatore non siamo riusciti a spingere la ventola oltre il suo valore minimo.

 

I cavi di espansione dell'alimentatore, come visto in precedenza, vanno connessi sulla sezione posteriore utilizzando degli attacchi tondi. Quelli per le schede grafiche PCI Express sono dotati di attacchi a 4 poli mentre quelli SATA e Molex prevedono 5 poli. In ogni caso i connettori sono protetti da un coperchio in gomma per evitare che quelli non utilizzati possano riempirsi di polvere e sporcizia.

 

 

 


La componentistica interna

Una circuiteria molto ben organizzata quella dell'alimentatore switching in esame che a prima vista prevede tre sezioni distinte suddivise da una lunga aletta di raffreddamento sulla quale trovano posto mosfet e diodi di alta potenza. Il PCB in vetronite è molto solido e di colore scuro e si avvale di alcune daugherboard posizionate in verticale. La topologia del prodotto segue uno schema half-bridge con converter risonante LLC abbinati ad uno stadio secondario con convertitori DC-DC sincroni, il tutto per raggiungere la necessaria efficienza richiesta dalla certificazione 80 Plus Gold.

 

 

La sezione di filtraggio AC, oltre ad un tipico fusibile (nelle foto è quello con la guaina grigia), è realizzata in parte su una daughterboard saldata sulla presa stessa ed in parte sul PCB principale. Include i necessari condensatori dei rami X (due di tipo poliestere di colore giallo) ed Y (quattro di tipo ceramico di colore blu) oltre ad un paio di induttanze. Manca purtroppo un varistor MOV (Metal Oxide Varistor), cosa che ci lascia molto perplessi visto che simili mancanze le si registrano solo su modelli di fascia bassa. Tale mancanza fa si che non ci sia alcun componente deputato a filtrare gli spike di tensione in ingresso, come quelli che accadono quando nella propria rete elettrica si accende il frigorifero, si schiaccia l'interruttore della luce e così via.

 

   

 

Al di sopra della sezione di ingresso è posizionato lo switch per la regolazione dell'intervento della ventola il quale si collega ad una ulteriore daughterbaord verticale che trova il suo piccolo spazio in mezzo ad una serie di condensatori sul PCB principale.

 

 

Lo stadio di Active PFC, realizzato su una piccola daughterboard posizionata dietro il connettore di ingresso, prevede il filtraggio della tensione di uscita grazie a due condensatori elettrolitici da 400V 330uF e 400V 390uF prodotto dalla giapponese Chemi Con e capaci di sopportare temperature fino a 105°C.

 

 

La sezione LLC a risonanza include alcuni mosfet che sono attaccati ad una lunga aletta di raffreddamento sulla quale soffia aria la ventola da 140mm.

 

 

Lo stesso accade anche per le parti attive del circuito secondario. Come detto in precedenza, questo alimentatore si basa su un circuito secondario sincrono ove la tensione di base è quella della linea da +12V che, una serie di mosfet, sio preoccupa di ridurla a +5V e +3,3V per creare le altre due linee e garantire così una maggiore efficienza. Questo lavoro viene effettuato da una ulteriore daughterboard verticale che include un circuito di controllo ed una serie di mosfet raffreddati da una piccola aletta in alluminio.

 

 

Le linee di tensione così create vengono trasportate verso il PCB con i connettori di uscita o direttamente verso la scheda madre ed i componenti che ne faranno uso mediante dei cavi saldati direttamente sul PCB principale, tutti nella zona del bordo esterno destro.

 

 

Le saldature dei componenti sulla piastra principali non sono di eccellente qualità. Quelle che riguardano le parti a più elevato flusso di corrente sembrano più un pastrocchio che non delle belle saldature. Decisamente migliori quelle sui componenti con pin piccoli.

 

  

 

La daughterboard con i connettori di uscita è avvitata sulla parete posteriore: il lato saldature prevede numerose piste in rame stagnate e allargate ad occupare tutto lo spazio a disposizione per aumentarne la portata in termini di corrente. Sul lato opposto, oltre ai connettori, trovano posto diversi condensatori elettrolitici marchiati ChemiCon che supportano temperature fino a 105°C e garantiscono un ulteriore filtraggio della corrente in uscita su ogni singola linea.

 

 

Le saldature sulla daughterboard dei connettori sono ben fatte, lisce e molto lucide, a differenza di quelle viste sul PCB principale, quasi come se fossero state effettuate da due diversi produttori.

 

 

 

 


I nostri test

I test effettuati sugli alimentatori non hanno nessun valore scientifico se condotti su un normale sistema PC e senza gli adeguati strumenti di misurazione. Peccato che un banco di prova professionale per prodotti di questo genere abbia costi assolutamente fuori dalla nostra portata. Per questo abbiamo deciso di effettuare solo alcuni test su questi alimentatori dando dei valori indicativi come risultato. Abbiamo cercato di stimare anche l'efficienza seppure non in termini assoluti ma comparativi. La spiegazione risiede nel banco di prova che non offre adeguate garanzie di precisione così come negli strumenti di misura, due multimetri digitali (per misurare correnti e tensioni in ingresso) ed un wattmetro.

Nella tabella seguente abbiamo inserito le tensioni di uscita rilevate in condizioni di IDLE ed in condizioni di stress degli alimentatori testati:

 

Caratteristiche di uscita reali e dichiarate
Seasonic Platinum 1000W Coolermaster Silent Pro Hybrid 1050W Corsair AX1200i FSP Raider 650W OCZ Silencer Mk III 850W
IDLE Stress IDLE Stress IDLE Stress IDLE Stress IDLE Stress
+3,3V 3,33 3,3 3,35 3,33 3,34 3,33 3,37 3,35 3,37 3,35
+5V 5,04 5,01 5,16 5,14 5,04 5,03 5,05 5,12 5,15 5,14
+12V 12,11 12,04 12,31 12,28 12,12 12,15 12,70 12,00 12,65 12,30

 

Le tensioni in uscita risultano essere perfettamente all'interno dei valori consentiti dallo standard ATX che, per completezza di esposizione, riportiamo nella tabella seguente.

 

Tolleranze consentite dagli standard ATX12V
Uscita Tolleranza consentita Range di valori possibili
+12V ±5% +11,40 ~ +12,60V
+5V ±5% +4,75 ~ +5,25V
+5VSB ±5% +4,75 ~ +5,25V
+3,3V ±5% +3,14 ~ +3,47V
-12V ±10% -13,2 ~ -10,8V
-5V ±10% -5,25 ~ -4,75V

 

Osserviamo ora alcuni dati relativi ai consumi. La normativa europea numero 1275/2008, emanata per cercare di ridurre gli assorbimenti di energia da parte dei dispositivi in stand-by, auspica il raggiungimento di una situazione ideale, ovvero quella nella quale ogni dispositivo elettrico abbia un consumo pari a 0W nel momento in cui non esegue alcuna funzione. Fatta salva l'idealità, questi sono i parametri fissati:

  • Consumo di energia in modo spento (Off): non deve superare 1W;
  • Consumo di energia in modo stand by: non deve superare 1W o, nel caso in cui siano fornite informazioni sullo stato, non deve superare i 2W.

Un alimentatore ATX non è considerato nell'elenco dei prodotti che devono sottostare a queste norme ma esso sarà utilizzato all'interno di un PC che invece le deve rispettare.

 

I consumi complessivi del sistema sono mostrati nel grafico qui sopra. Essi rispecchiano 3 possibili situazioni:

  1. Tasto posizione OFF: alimentatore collegato alla presa di corrente, con tasto posteriore su OFF;
  2. Tasto posizione ON: alimentatore collegato alla presa di corrente, con tasto posteriore su ON;
  3. ON a vuoto: alimentatore collegato alla presa di corrente, con tasto posteriore su ON e accesso senza alcun carico connesso.

Anche registrando valori molto contenuti, gli assorbimenti dell'alimentatore OCZ Pc Power & Cooling quando non vi sono effettivamente carichi da alimentare non sono nulli. Quando l'interruttore è tenuto sulla posizione di OFF registriamo comunque un lieve assorbimento che nel compresso mostra un consumo di circa 5W. Accendendo l'interruttore senza collegare alcun carico l'assorbimento sale a circa 11W mentre accendendo l'alimentatore ma ancora senza collegare carichi arriviamo a 18W circa. A questi ultimi si aggiungono ulteriori 3W se impostiamo il funzionamento della ventola in modalità normale (l'accensione dell'alimentatore, anche senza carico, in quest'ultimo caso comporta che anche l a ventola si accenda).

I documenti circa la certificazione 80 PLUS Silver sono disponibili a questo indirizzo sul sito 80Plus.org. Ne riportiamo di seguito un estratto dal quale si legge che l'efficienza media raggiunge quasi l'89,5% mentre quella con carichi tipici quasi il 91%. Le rilevazioni sono state effettuate con tensione di ingresso pari a 115V, dunque utilizzando il prodotto con la nostra rete a 220V si raggiunge un'efficienza leggermente superiore.

 

 

Stando a questi test, l'efficienza dell'alimentatore è riassunta nella tabella seguente:

 

Efficienza secondo il report 80 Plus
Seasonic Platinum 1000W Cooler Master Silent Pro Hybrid 1050W Corsair AX1200i FSP Raider 650W OCZ Silencer Mk III 850W
Carico Potenza IN (W) Potenza OUT (W) Efficienza  Potenza IN (W)  Potenza OUT (W) Efficienza  Potenza IN (W) Potenza OUT (W) Efficienza Potenza IN (W) Potenza OUT (W) Efficienza Potenza IN (W) Potenza OUT (W) Efficienza
20% 223,32 204,37 91,51% 240,11   213,12 88,76%  265,8 241,32 90,79% 147.2 132.1 89,76% 197,3 175,01 88,70%
50% 549,70 508,67 92,54% 584,40  531,76  90,99%  653 602,73 92,30% 365,8 328,7 89,84% 479,2 435,92 90,97%
100% 1127,20 1010,78 89,67%  1186,30  1057,02  89,10% 1344 1200,67 89,34% 756,9 650,4 85,93% 980,2 869,83 88,74%

La maggiore efficienza di questo alimentatore la troviamo con un assorbimento pari a circa il 50% del suo carico massimo (425W): in questo caso il rapporto raggiunge quasi il 91% come già anticipato riducendosi prima e dopo tale valore seppure seguendo un andamento molto dolce.

Di seguito riportiamo alcuni grafici relativi agli assorbimenti da noi misurati su un sistema di prova (Core i7-2600K, 4GB di RAM DDR3, Radeon HD 6850, ASUS Extreme IV Z, SSD Kingston V-Plus 128GB) utilizzato nelle medesime condizioni con più alimentatori. I dati che ne ricaviamo ci permettono di avere un'idea di massima dell'efficienza del prodotto per carichi fino a circa 350 - 400W.

 

Quando gli assorbimenti sono limitati, il nuovo alimentatore di PC Power & Cooling si dimostra abbastanza efficiente mentre perde un po' di smalto quando il sistema richiede una potenza superiore.

 


Conclusioni

Il mercato degli alimentatori per PC, almeno visto dalla parte dei fornitori, sta conoscendo una stagione davvero molto interessante. Nuovi prodotti vengono annunciati ogni giorno e questo rende l'offerta più variegata, allettante e piena di opportunità per l'utente finale. Il problema resta sempre quello della scelta. Per farla in maniera oculata occorrono informazioni più particolareggiate rispetto a quelle fornite dal solo produttore. Un consorzio come quello 80 Plus può essere di enorme aiuto così come recensioni e articoli di approfondimento.

In questo nostro articolo, alla scoperta dell'OCZ PC Power & Cooling Silencer Mk III da 850W, abbiamo potuto toccare con mano un prodotto un po' controverso. Potenza e caratteristiche sono perfettamente adeguate a sistemi di fascia alta, dotati di una o più schede grafiche, processori di fascia alta ed altre periferiche che assorbono elevata corrente ma alcuni particolari fanno pensare che in qualche modo si sia tentato di risparmiare.

Il prodotto offre una serie di cavi configurabili oltre a quelli principali che invece sono fissi. Fra questi ultimi il produttore ne ha anche inseriti due per schede grafiche di tipo a 6+2 poli ad indicare una fascia di mercato preferenziale, quella dei computer gaming per intendersi. La lunghezza dei cavi è ottimale e sufficiente anche ad installazioni in case molto ampi mentre la varietà dei connettori è stata ben congeniata.

Il sistema di raffreddamento prevede una ventola da 140mm che può essere impostata secondo due programmi di funzionamento: uno semi-passivo ove la ventola resta spenta fino a che il carico non raggiunge il 50% della potenza massima ed è adeguato per sistemi con assorbimenti bassi e/o ben ventilati e chiaramente dove la silenziosità risulta essere un parametro importante; l'altro indicato per sistemi gaming che prevede che la ventola resti sempre accesa ad un valore minimo ancora fino al 50% della potenza massima di carico. La curva di salita dal 50% in poi è uguale per entrambi i programmi e segue un andamento parabolico. A nostro avviso qui troviamo un paio di pecche: anzitutto sarebbe stato corretto modificare la curva di intervento anche oltre il 50% di assorbimento in base ai due programmi; in aggiunta la ventola, al minimo dei giri, risulta essere un po' più rumorosa di quella di altri prodotti testati in precedenza.

La configurazione interna segue uno schema moderno adeguato al raggiungimento di efficienze molto elevate come quelle necessarie per ottenere la certificazione 80 Plus Gold. Tale progetto include la realizzazione di un alimentatore switching in grado di ridurre la tensione di rete di 220V ad una tensione continua di +12V per poi trasformare quest'ultima in più linee con tensioni inferiori (+5V, +3,3V, -12V) utilizzando degli stadi DC-DC sincroni. Solo la linea dei +5Vsb resta a sé stante in quanto deve garantire sempre la presenza di tensione, anche a sistema spento. In teoria si tratta di un progetto efficiente e funzionale ma in questo caso abbiamo rilevato degli assorbimenti anche con alimentatore spento. Seppure si tratta di consumi molto contenuti e gli assorbimenti nella condizione di lavoro a vuoto restano molto bassi, non capiamo per quale motivo con interruttore sulla posizione di OFF ci debba essere un qualunque tipo di consumo. In aggiunta, non siamo molto d'accordo sulla semplificazione del filtro di ingresso ove non è stato inserito alcun varistor, utile ad abbattere eventuali spike presenti sulla linea.

La qualità dei componenti utilizzata ci sembra buona, vista la presenza di integrati e mosfet sufficientemente potenti e condensatori giapponesi che supportano temperature fino a 105°C. Le saldature relative al PCB principale, in particolare quelle che riguardano le parti più spesse, sono inguardabili. Decisamente migliori quelle fatte sui componenti con pin piccoli e quelle sulle varie daughterboard.

Lo stile, che inneggia al bianco, ne permette un utilizzo ottimale con chassis dello stesso colore anche se nella maggior parte dei casi l'alimentatore resta relegato a posizioni poco visibili.

Il prezzo di vendita è approssimativamente pari a 160 Euro, un valore tutto sommato non così elevato che va a posizionarsi nella parte bassa della fascia di prezzo di soluzioni 80 Plus Gold dotate di una simile potenza di uscita.