ocz

OCZ Technology ha introdotto la nuova piattaforma per dischi SSD Indilinx Everest 2 che, a detta del produttore stesso, riesce a garantire un superiore livello di prestazioni, fino a 120.000 operazioni input/output random al secondo, e capacità di gestione avanzata della memoria flash che garantisce un significativo incremento della vita media e dell'affidabilità.

Questo controller sarà utilizzato nei prossimi SSD OCZ Vertex 4 e combina una CPU dual-core da 400MHz, interfaccia SATA 3.0 6Gbps e supporto per le ultime generazioni di chip NAND flash.

La piattaforma Everest 2 prevede un'architettura hardware e software ottimizzata per sfruttare al massimo le potenzialità di parallelismo ed ottenere prestazioni elevate con qualunque tipo di carico di lavoro e pattern di I/O. La nuova piattaforma Everest 2 include anche la tecnologia Ndurance 2.0 sviluppata da OCZ appositamente per i processori Indilinx tanto da renderli affidabili nel tempo ben oltre le indicazioni dei produttori stessi.

"Our Indilinx Everest 2 platform with Ndurance 2.0 is truly in a class by itself. It convincingly outperforms all competing solutions while providing unparalleled reliability and exceptional value through its life-extending NAND flash management capabilities," ha affermato Ryan Petersen, CEO di OCZ Technology. "This revolutionary architecture will be integral in our own storage developments going forward, and offers storage solution manufacturers with unprecedented performance, endurance and cost flexibility to optimize their designs."

La piattaforma Indilinx Everest 2 include una serie di tecnologie e feature come quelle che seguono:

Ottimizzazione delle performance: banda dati fino a 535 MB/s, random I/O performance fino a 120.000 IOPS, 4K random read performance fino a 95.000 IOPS, random write performance fino a 85.000 IOPS. Prestazioni transazionali raddoppiate rispetto alla precedente generazione di controller negli scenari tipici di utilizzo. Latenze nella lettura di 0,043ms e di 0,026ms per le operazioni di scrittura.

Vita media estesa: il controller analizza e adatta in maniera dinamica le operazioni di lettura e scrittura per ridurre le vulnerabilità dei chip NAND. Le tecnologie Ndurance 2.0 includono tecniche di ECC multilivello avanzate (multi-level BCH ECC) con correzione d'errore progressiva e motore ECC programmabile che può raggiungere un livello di correzione fino a 128 bit per ogni KB di dati, algoritmi adattivi per la programmazione e la lettura delle celle che prevedono anche la regolazione delle soglie di tensione, tecniche RNA (Redundant NAND Array) per salvaguardare i dati nel caso di errori altrimenti irrecuperabili e tecniche di riduzione degli effetti di Write Amplification senza utilizzare la compressone.

Set di feature avanzato: il controller Everest 2 offre un avanzato set di caratteristiche che include:

  • Supporto per molte tipologie di NAND flash comprese quelle 1xnm e TLC
  • Fino ad 8 canali NAND flash e interleaving 16-way per canale
  • Transfer rate fino a 535 MB/s con flash sincrone
  • Supporto HyperQueueing e Native Command Queuing (NCQ) con coda dei comandi profonda fino a 32 voci
  • Supporto per cache DDR2/DDR3 fino a 800MHz e fino a 1GB
  • Multi-Level ECC con capacità di correzione di 128-bit per ogni KB di dati
  • Supporto per RNA Redundant NAND Array
  • Data path protection end-to-end
  • Condensatori di protezione dallo spegnimento improvviso
  • Crittazione automatica AES-256
  • Tecniche di flash management addizionali come TRIM, garbage collection in background, wear-leveling dinamico e statico