Nonostante il Trion 100 sia il più recente SSD commercializzato da OCZ, la casa statunitense ha deciso di rinnovarlo presentando il modello Trion 150. Come mai OCZ ha preso questa strana decisione? Come scrivemmo nella recensione del Trion 100, questo si presentava come un buon SSD, ma eccessivamente caro per quanto offriva. Per lo stesso prezzo, o pochi euro in più, si poteva acquistare il ben più prestante ARC 100. Proprio per questo non lo premiammo con il nostro bollino “Recommanded”, e sempre proprio per questo la nostra recensione non è finita nella pagina ufficiale del Trion 100 sul sito di OCZ (Al contrario, gli altri SSD di OCZ – Vector 150, Vertex 460, Arc 100, Radeon R7 e RevoDrive 350 – si erano rivelati eccellenti, e le nostre recensioni sono sul sito).

 

 

Oggi OCZ ci informa di aver rinnovato la serie Trion, con il Trion 150, il quale dovrebbe andare a coprire i punti deboli del precedente prodotto. Evidentemente quanto scrivemmo nella recensione è saltato agli occhi anche della dirigenza di OCZ, soprattutto a causa di vendite forse non eccessive.

Con il Trion 150 OCZ punterà a migliorare le prestazioni, soprattutto in quanto ad IOPS, passate da 50.000 a ben 91.000! Il Trion 150 utilizza le recentissime NAND Flash TLC prodotte a 15nm, e potrebbe risultare finalmente adatto anche per gli utenti Prosumer. La garanzia, inoltre, sarà l'ottima Shield Plus, pari a ben 3 anni. Il Trion 150 è disponibile nei tagli da 120GB, 240GB, 480GB e 960GB, con connessione SATA III.