Pagine

 

Risultati dei test

Nella tabella seguente abbiamo riassunto tutti i risultati ottenuti:

prest-ventoleClicca per ingrandire

Se siete alla ricerca delle migliori prestazioni, allora il modello NF-A14 FLX, senza l'utilizzo di alcun riduttore, è quello che fa al caso vostro. Con una velocità di rotazione fissa di poco inferiore ai 1300 RPM ed una rumorosità di 43,9 dBA è riuscita a tenere al CPU al di sotto dei 46,3°C irrorando al contempo anche il package della stessa, il chipset e la VGA che restano su valori di temperatura anch'essi i più bassi registrati nelle nostre prove. Anche il tempo di recupero è il più basso fra tutti quelli registrati. Persino l'utilizzo di un riduttore LNA, che porta la velocità a circa 1050 RPM e la rumorosità a 40,1 dBA non scalfisce queste prestazioni permettendo alla ventola NF-A14 FLX di restare ancora la migliore fra tutte. E' necessario passare a velocità di rotazione di circa 900 RPM (utilizzando il riduttore ULNA) per far si che le altre ventole possano tornare il gioco. Effettivamente se pensate di utilizzare la ventola NF-A14 FLX con riduttore ULNA è meglio puntare sul modello NF-A14 ULN che, a fronte di velocità e rumorosità ancor più ridotte, permette di raggiungere prestazioni leggermente migliori.

D'altra parte il modello NF-A14 FLX è quello che, in assenza di riduttori, risulta più rumoroso di tutti. Ciononostante, da un confronto con il modello NF-S12A FLX, esce ancora vincitore perché, a fronte di un lieve incremento della rumorosità apporta benefici importanti in termini di flusso e dunque prestazioni.

Passando alla ventola NF-A15 PWM, è bene confrontare le sue prestazioni con il modello NF-S12A PWM visto che dispone di attacchi adeguati a fori per ventole da 120mm anche se le dimensioni complessive della ventola si avvicinano a quelle da 150x150mm. La rumorosità massima non è molto contenuta ma la tecnologia PWM garantisce una variabilità in base alla situazione: se il vostro computer viene messo sotto sforzo da applicazioni "rumorose", come ad esempio durante intense sessioni di gioco che prevedono l'utilizzo di cuffie o potenti sistemi audio, allora una siffatta ventola può risultare molto interessante seppure non la migliore in termini di prestazioni. Rispetto alla NF-S12A PWM le performance sono ben superiori, specie se si usano riduttori. Allo stesso tempo la rumorosità media non è così diversa (più elevata ad alti regimi, più contenuta a bassi regimi).

Le stesse considerazioni valgono anche per i tre modelli da 120mm: quello FLX mostra le migliori prestazioni, seguito da quello ULN che ne costituisce un ottimo sostituto se pensate di utilizzare il modello FLX con riduttore ULNA. Il modello PWM va usato in base alle necessità anche se, come detto, se avete spazio è meglio pensare al modello NF-A15 PWM.

Passando alle due ventole di più piccole dimensioni (92x92 e 60x60) è chiaro che queste vanno ad indirizzare situazioni più specifiche: ciò significa che è lecito aspettarsi prestazioni inferiori alle sorelle di più grandi dimensioni. In particolare il modello NF-A9x14 PWM si distingue per il suo basso profilo (14mm invece di 25mm) unito comunque a prestazioni di tutto rispetto, non troppo dissimili da quelle di una ventola da 120x120mm che ruota a bassi regimi (confrontare con NF-S12A ULN). Purtroppo si pagha lo scotto di una maggiore rumorosità, mitigata dalla tecnologia PWM che però fa si che i tempi per tornare a regime siano molto diluiti.

Il modello NF-A6x25 FLX, infine, si pone l'obiettivo di raffreddare chip meno complessi di una CPU oppure di estrarre aria da case sottili ove non siano utilizzabili ventole di dimensioni maggiori. Le prestazioni non sono confrontabili con quelle delle altre soluzioni tanto che usando il riduttore ULNA non siamo riusciti a completare la nostra sessione di test a causa della temperatura massima raggiunta dalla CPU (oltre 80°C) mentre la rumorosità resta su valori simili seppure differente per tonalità (questa ventola emette tonalità più acute e dunque più fastidiose al nostro orecchio).