La cinese Yeston ha sviluppato un PCB (circuito stampato) per Radeon HD 7970 dal design differente da quello della reference board proposta da AMD. Si tratta di una soluzione che si caratterizza per un costo di produzione inferiore perchè utilizza materiali "meno pregiati". La componentistica elettronica adottata da AMD è decisamente elevata e di ultima generazione, la scheda deve seguire dei rigidissimi test di stabilità e durata per poter essere approvata dagli OEM, e su un modello di fascia enthusiast questo fa lievitare di molto il prezzo. Da questo punto di vista i partner AIB sono "più liberi" con le loro soluzioni custom. 


Yeston ha optato per una circuiteria di alimentazione più potente (8+1+1 fasi VRM) ma meno sofisticata ed efficiente. Al posto del regolatore CHiL troviamo un più tradizionale controller UPI affiancato da induttori Ferrite Core Choke e MOSfet LFPAK.

Il supporto fornito è comunque sufficiente per reggere un buon overclock di fabbrica e consente alla GPU Tahiti XT di viaggiare a 1GHz di frequenza senza modificare le specifiche di alimentazione.


Manca il dual-BIOS e la presenza di due fan-connector lascia intendere l'utilizzo di un sistema di raffreddamento personalizzato con due ventole assiali.

 

 

Fonte: Expreview