Sin dal suo arrivo sul mercato, il Rasperry PI lo abbiamo visto in tutte le salse e complice dei più "pazzi" progetti amatoriaili e non. C'è presino qualcuno che lo ha "liquidato" per mezzo di un sistema di raffreddamento realizzato ad-hoc, ricordate il progetto "The Wet PI"?

Il progetto che vi mostreremo oggi invece rappresenta una delle massime espressioni del "fai-da-te elettronico", apparso sulla piattaforma di crowfunding Indiegogo, dove viene realizzato un notebook completamente da zero approfittando di componenti "comuni", una stampande 3D e naturalmente di un Rasperry PI.

                      • [RECENSIONE] Rasperry Pi: davvero utilizzabile come PC di fascia bassa?

pi-top pres

FONTE - Techpoweup.com

Il risultato è un notebook con display LCD da 13.3" e risoluzione 720p (110 PPI), dotato di un ingresso ethernet più quattro porte USB 2.0 oltre che ai moduli Wi-Fi b/g/n e Bluetooth 4.0, un modulo con uscita video HDMI, una tastiera ed un trackpad.

Il tutto alimentato da una batteria dalla capacità sconosciuta, ed inoltre sembrano assenti gli speaker audio. Il sistema operativo? Una delle tante distro Linux compatibili, naturalmente.

Per accaparrarselo basterà versare 285$ più altri 35$ (229.40€ + 28.20€ circa secondo il cambio attuale) per la spedizione in Europa, la campagna di crowfunding terminerà giovedì 13.

 

Non si tratta certamente di un dispositivo da considerarsi "importante" (la spesa per averlo ammonta a circa 260€) ma "singolare", in quanto è difficile trovare qualcosa di simile in giro.

A mio modo di vedere, questo progetto da il via a tutte quelle che sono le idee dei vari modders sparsi nel mondo che vogliono poter realizzare un dispositivo - di qualsiasi forma e componentistica - da zero e con le loro mani, soprattutto aiutati dalle stampanti 3D che a quanto pare stanno iniziando a diffondersi nei principali mercati.

Immaginate di averne a disposizione una, e di utilizzare le varie motherboard miniaturizzate con a bordo SoC quad-core per arrivare al medesimo risultato. Ora vi stuzzica l'idea?