Prima sul sito sudcoreano rra.go.kr è comparsa la scheda, incompleta, della Radeon HD8570, quindi una settimana dopo lo stesso sito pubblica la scheda, sempre incompleta, della Radeon HD8490. Segno che qualcosa si sta muovendo.

Sfortunatamente, comunque, sembra che queste schede di fascia bassa della nuova serie 8 di AMD siano un semplice rebrand dell’attuale serie HD6k. Nulla di nuovo all’orizzonte dal punto di vista delle schede low end. La vera serie 8, nome in codice Sea Island, si vedrà solamente con le schede di fascia media e alta.

Le due schede di fascia bassa andranno a sostituire, almeno nominalmente, le attuali soluzioni delle serie HD6k (6450 e 6570), ma ne conserveranno, con tutta  probabilità, le caratteristiche tecniche: architettura VLIW5, processo produttivo a 40nm e supporto sia alle GDDR3 sia alle GDDR5.

Al contrario, le frequenze di funzionamento subiranno un innalzamento, a fronte di un TDP invariato. Questo sarà possibile sia grazie ai miglioramenti delle rese del rodato processo produttivo, sia grazie alla riduzione di costo delle memorie più performanti.

Se da un lato vi sarà sicuramente un po’ di amarezza per il quasi certo rebrand, il quale non porterà alcuna reale novità nel mercato delle schede di fascia bassa, dall’altro lato dovrebbero gioirne i possessori di APU Llano; questa notizia significa che per almeno un altro anno la propria CPU continuerà ad avere driver video aggiornati.