Sono stati svelati, per vie non ufficiali, i primi dettagli della serie di chipset Intel Lynx Point, la quale sarà utilizzata con le CPU Core di quarta generazione con package LGA1150. Una slide sfuggita in qualche modo all'azienda, mostra come anche questo chipset sia "solo" un platform controller hub (PCH), o meglio un SouthBridge arricchito di alcune funzionalità.

Lynx Point è preposto a veicolare le interconnessioni fra la logica delle uscite video delle future CPU e le connessioni stesse: in particolare, mentre le uscite digitali saranno direttamente connesse alla CPU, quelle analogiche attraverseranno il chipset. Questo dispone di un hub con 8 linee PCI Express per la realizzazione di slot di espansione x1 ed x4 e per la comunicazione con i controller onboard, mentre la connessione con il processore avviene sul classico bus DMI che ipotizziamo possa avere una banda simile a quella del chipset Cougar Point (4 GB/s). Le connessioni PCI Express saranno di tipo 2.0, non 3.0: questa scelta va nella stessa direzione di quella dei produttori di controller USB 3.0, Thunderbolt e SATA 6 Gb/s che preferiscono, per i loro chip, una connessione PCIe 2.0 x2 invece che una di tipo PCIe 3.0 x1 la quale necessiterebbe di un maggior numero di pin.

intel small

Una delle novità più interessanti sta nella mancanza totale di porte SATA 2: finalmente questo chipset prevede solo connettività Serial ATA 3.0 per la gestione delle periferiche di storage. Vista la piena compatibilità di questo standard all'indietro, ci chiediamo perché Intel non abbia già fatto questa scelta (come invece ha fatto AMD), costringendoci ad attendere il 2013. La disponibilità di 6 porte SATA 3 permetterà di creare sistemi RAID complessi con periferiche SATA 6 Gb/s senza dover ricorrere ad un controller esterno.

Sul fronte USB assistiamo, invece, ancora ad una situazione eterogenea ove sono mescolate porte USB 3.0 SuperSpeed e porte USB 2.0 HiSpeed. Anche qui si potrebbe pensare di eliminare del tutto il supporto al vecchio standard vista la retrocompatibilità dell'USB 3.0. In questo caso è però necessario che il controller sia nativamente visibile al sistema senza la necessità di installare drivers.

 

138a