Secondo quanto ha riportato Marc Sauter, redattore della testata tedesca Golem.de, sul forum di 3DCenter, AMD avrebbe abbandonato l'idea di supportare via driver il supporto all'Indirect Primitive Shader su VEGA, lasciando che lo sfruttamento di questa funzione sia demandata direttamente agli sviluppatori di videogiochi.

Contrariamente a quanto affermato fino ad oggi, e cioè che lo sfruttamento dei Primitive Shader fosse gestibile nei videogiochi via driver in maniera indiretta, VEGA si ritrova effettivamente con una feature in meno su cui contare (Tra le tante). Sinceramente non siamo troppo meravigliati di questa notizia, come abbiamo avuto modo di scrivere su queste pagine sia sul nostro account Twitter, soprattutto perché questa implementazione avrebbe richiesto notevoli fondi da investire nello sviluppo dei Driver.

La cancellazione di questa funzionalità, comunque, non è da imputare ad un bug hardware, quanto alla volontà di concentrarsi su altre funzionalità più utili ad AMD ed al suo attuale Business (L'introduzione di ottimizzazioni per il Mining ne è un esempio pratico). Anche l'introduzione di Raven Ridge, APU con iGPU VEGA, potrebbe non essere sufficiente per cambiare questa situazione, in quanto è un prodotto che interessa relativamente i videogiocatori.

Vedremo se nell'arco del 2018 AMD tornerà sui propri passi, quando verranno commercializzate le nuove schede video nella seconda metà dell'anno.