Pagine

L’interfaccia web del TS-251 di cui abbiam appena avuto modo di parlare in generale sicuramente non ci ha deluso e ugualmente possiamo dire delle applicazioni mobile. In totale l’azienda offre otto applicazioni mobile i cui nomi sono abbastanza autoesplicativi  delle funzionalità offerte (anche se solo sei sono riportate a questo indirizzo (Qfile, Qmanager, Qmusic, Qget, Vmobile e Qremote)). In ogni caso, sinteticamente:

  • Qfile consente di accedere, aggiungere ed organizzare i propri contenuti sul NAS
  • Qmanager consente il monitoraggio, l’accensione/spegnimento a distanza e la gestione dei servizi attivi e dei download in corso
  • Qmusic, banalmente, permette lo streming e la gestione di musica della propria libreria musicale
  • Qphoto lite ancora banalmente, consente la gestione e la visualizzazione di foto della propria libreria musicale
  • Qvideo consente la gestione e la visualizzazione di video della propria libreria musicale
  • Qget consente di gestire ed eventualmente aggiungere i file in download tramite rete torrent
  • Vmobile permette il monitoraggio remoto e wireless di telecamere IP connesse al NAS ed infine
  • Qremote rende il proprio dispositivo mobile un telecomando/tastiera/mouse con cui comandare il proprio NAS durante l’esecuzione di HD Station; approfondiremo successivamente nel dettaglio questa applicazione.

Purtroppo solo Android le ha disponibili tutte mentre iOS non ha nel proprio App Store Qget, Qmusic e Qphoto e coloro che possiedono Windows Phone dovranno accontentarsi del solo Qfile; le altre applicazioni, per loro, non son disponibili. Di seguito alcuni screenshot di alcune di queste applicazioni in versione per smartphone android.

QFile
QFile

QManager
QManager

QMusic
QMusic

QRemote
QRemote

Sempre parlando di Android, solo Qfile e Qget esistono attualmente in versione “HD” cioè in una versione che consente di visualizzare più fragments in contemporanea e quindi utilizzare meglio l’ampio display dei tablet. Di seguito alcuni screenshot di una di queste due applicazioni:

QFileHD
QFileHD

Da ultimo, è da notare che l’installazione di Qfile comporta un consumo leggermente superiore della batteria del dispositivo android anche se non è stata né avviata dal'utente dal momento dell'accensione in poi, né è stata abilitata la sincronizzazione automatica. Il consumo di questa app che si attiva in background non è elevatissimo, ma risulta in ogni caso tangibile.