Tra le GPU top di gamma di AMD o di Nvidia, di pari generazione, Asus ha sempre scelto solo una delle due soluzioni per equipaggiare la propria scheda video super-custom serie MATRIX. Ad esempio ha realizzato la HD 5870 MATRIX ma non la GTX 480, la GTX 580 MATRIX ma non la HD 6970, la HD 7970 MATRIX ma non la GTX 680. Questa volta, invece, il reparto ROG del produttore taiwanese ha deciso di accontentare sia gli appassionati di schede grafiche Radeon che i seguaci delle GeForce, annunciando contemporaneamente l'arrivo della R9 290X MATRIX e della GTX 780 Ti MATRIX, entrambe disponibili anche in edizione Platinum (ovvero con OC di fabbrica).

asus rog icon 4

A parte le GPU diverse (Hawaii vs. GK110) le due schede sono praticamente uguali, almeno esteticamente, a tal punto che è difficile distinguerle senza guardare attentamente il PCB. La sezione di alimentazione è la stessa: 14 fasi con tecnologia Super Alloy Power e condensatori metallici neri, così come uguale è il sistema di raffreddamento: DirectCU II Extreme 2.0 con heatsink ed heatpipe verniciate di nero e ventole CoolTech.

Matrix-R9290X- layerMatrix-GTX780TI-layer

R9 290X MATRIX e GTX 780 Ti MATRIX, trova le differenze!

La GTX 780 Ti MATRIX ha i connettori fisici per il multi-GPU (SLI), mentre la R9 290X MATRIX fa il CrossFire direttamente via XDMA, inoltre il numero di chip VRAM è diverso (12 vs 16), così come le connessioni per la zona Mem ed il circuito PLL.

1

Tra le novità assolute per l'overclock estremo segnaliamo l'introduzione dello switch "Memory Defroster" per evitare il cold-bug dei chip di memoria video (particolarmente sensibili alle basse temperature). Ovviamente non manca lo switch "LN2 mode" che disabilitare l'OCP della GPU ed il pulsante Safe Mode che carica istantaneamente il BIOS di default. Dobbiamo ancora scoprire a cosa serve il connettore molex 4-pin posizionato sulla parte terminale del PCB.

da

bv

Frequenze di clock, prezzi e disponibilità sul mercato non sono stati comunicati.