Richard Huddy è una di quelle persone che non viene assunta per realizzare un compitino limitato, ma per fare evolvere pesantemente i progetti in essere e per crearne di nuovi. Intel, ad esempio, lo assunse per ricoprire la carica di European Gaming Enablement Manager, così da migliorare l'esperienza in gioco utilizzando le iGPU della casa di Santa Clara. Grazie a Huddy, effettivamente Intel ha fatto grossi passi in avanti, ma soprattutto è riuscita a creare forti legami con molte prestigiose software house, tra cui Creative Assembly, creatrice della serie Total War, al fine di supportare il lancio di Haswell.

 

 

Ora, dopo diversi anni di pellegrinaggio, Huddy torna in AMD per supportare il lavoro di evangelizzazione che sta portando avanti Roy Taylor, ex grande capo del reparto marketing di nVidia: “AMD is proud to announce the return of the well-respected authority in gaming, Richard Huddy. After three years away from AMD, Richard returns as AMD's Gaming Scientist in the Office of the CTO – he’ll be serving as a senior advisor to key technology executives, like Mark Papermaster, Raja Koduri and Joe Macri. AMD is extremely excited to have such an industry visionary back. Having spent his professional career with companies like NVIDIA, Intel and ATI, and having led the worldwide ISV engineering team for over six years at AMD, Mr. Huddy has a truly unique perspective on the PC and Gaming industries”.

Questo ritorno, con tutta probabilità, servirà per rafforzare le collaborazioni di AMD con le case di videogiochi, e soprattutto per spingere l'utilizzo di Mantle, per ora grandemente pubblicizzata ma sfortunatamente ancora poco utilizzata. Evidentemente in AMD grandi cose sono in pentola, se consideriamo che tutti i vecchi grandi della casa stanno tornando (Koduri, Keller, e via discorrendo).