Secondo quanto riportano alcune fonti asiatiche, Intel potrebbe essere cliente di TSMC per produrre CPU nel 2022, sfruttando il nodo N5 (5nm EUV). Questa decisione, se effettivamente verrà attuata, si rende necessaria dal ritardo accumulato da Intel nei confronti di TSMC e, in parte, Samsung. Come abbiamo avuto modo di riportare, infatti, Intel potrebbe mettere in linea i propri 7nm sei mesi dopo i 5nm di TSMC.

Intel, per evitare che AMD possa prendere eccessivamente il largo - e già ora in campo Mobile le CPU Ryzen sopravanzano abbondantemente le soluzioni Core -, produrrà le proprie CPU di punta sui 5nm di TSMC, lasciando sui propri 10nm e 7nm la produzione delle CPU di fascia media e fascia bassa.

Questo significa che Intel ha già opzionato diversi slot produttivi sui 5nm presso TSMC, e probabilmente ne avremo notizia durante la conference call di fine anno della fonderia taiwanese.