Secondo quanto sta emergendo grazie agli ultimi leak, le CPU basate sull'uArh Rocket Lake, erede dell'uArch Comet Lake, potrebbero vedere la presenza di un massimo di otto core fisici. Si tratterebbe, quindi, un leggero passo indietro, in quanto l'attuale CPU di punta Core i9-10900K è dotata di 10 core fisici, per un totale di 20 thread grazie alla tecnologia Hyper Threading.

Fonte: Videocardz

Va detto che si tratta solo di voci di corridoio, quindi è una notizia che va presa con le classiche pinze, ma la possibilità di vedere al massimo una CPU 8C/16T non è remota. Intel, nel 2021, si troverà costretta ad utilizzare ancora una volta il nodo 14nm 3D-Gate ulteriormente affinato, quindi per "pompare" le frequenze potrebbe trovarsi costretta a rinunciare a due core. Come ben sappiamo Intel sta sopravvivendo grazie alle prestazioni Single Thread delle proprie uArch, quindi potrebbe trattarsi di un'ottima mossa per mantenere questo vantaggio nonostante la presentazione dell'uArch Zen3 da parte di AMD, soprattutto in ambito gaming.