Come saprete, nel febbraio del 2016 abbiamo pubblicato un articolo riguardante la roadmap delle GPU Pascal di NVIDIA, ma sfortunatamente sembra che abbiamo sbagliato i tempi di presentazione di alcuni prodotti consumer di circa 45 giorni / 2 mesi (GP100, GPU di fascia Enterprise, invece l'abbiamo peccato in pieno). Secondo le nostre fonti, NVIDIA pare aver deciso di anticipare il lancio delle GPU Pascal al fine di contrastare le prossime GPU Polaris di AMD (Questo spiegherebbe la relativamente bassa disponibilità di schede basate su GPU GP104, al momento).

 

 

Perché? Non è forse Polaris 10 una GPU più piccola ed economica di GP104? Non è forse Polaris 10 una GPU di fascia medio-bassa, mentre GP104 è una GPU di fascia medio-alta? Sì, ma NVIDIA ha attualmente un grosso problema, e questo si chiama DirectX 12, come scrivemmo in questo approfondimento (in lingua inglese). La migliore soluzione per contrastare i futuri prodotti di AMD è quindi quella di vendere quante più schede basate sulla GP104 possibile, nell'arco dei prossimi due mesi. Questa strategia d'anticipo dovrebbe avere due finalità:

  • le nostre fonti parlavano di un lancio di GP104 per settembre, ma NVIDIA ha rivelato in anticipo le GTX1080/1070 al fine di limitare il potere mediatico del lancio delle GPU Polaris (le quali dovrebbero garantire le prestazioni di una GTX980 per appena 199$!). Il cliente generico non informato a quel punto dirà: “Se NVIDIA ha le migliori soluzioni di fascia alta, aspetterò la GTX1060 invece di comprare una RX480”. Abbiamo visto che questa strategia ha funzionato benissimo con la GTX960, nonostante la netta superiorità delle R9 380/380X (a parte i consumi): i prodotti di fascia alta trainano le vendite dei prodotti di fascia più bassa;
  • Voci che si rincorrono per il web, affermano che NVIDIA abbia dato ai recensori delle GTX 1080 e GTX1070 una corposa guida su come recensire questi due prodotti, al fine di metterne in luce i pregi e nasconderne i difetti (vedere il Fan-Gate), e dei driver dedicati ai benchmark. Poiché molti recensori non sono più in possesso delle schede, questi si troveranno costretti ad utilizzare i risultati raccolti con questi driver e con queste modalità nelle recensioni delle nuove schede Polaris di AMD.

Inoltre, le prestazioni con i titoli DX12 di Polaris 10 potrebbero essere pericolosamente vicine a quelle delle GPU GP104, e NVIDIA deve nascondere assolutamente questo aspetto il più a lungo possibile (ad esempio, presentando la funzionalità Preemtion Async). Sembra infatti che i prossimi titoli tripla A, come Civ 6 e il prossimo GTA, useranno un motore grafico pesantemente basato sulle DirectX 12 e proprio per questo NVIDIA deve mantenere il più basso possibile la quota di mercato di AMD fino ad allora, al fine di persuadere gli sviluppatori ad integrare le funzionalità di NVIDIA (AKA, GameWorks) nei propri titoli (Al momento, le quote di mercato delle schede DX12 sono equamente divise tra AMD e NVIDIA, ma AMD ha tutto il mercato console!).

Sicuramente molte persone rideranno a leggere questa nostra teoria, al pari di quanto ha fatto relativamente leggendo la nostra news su Broadwell EP/EX. Le persone pensano che sia una cosa irrealistica, perché AMD è piccola (rispetto ad Intel e NVIDIA), perché AMD è quasi al verde, o perché si pensa che AMD sia praticamente morta, e via di questo passo. Nulla è più lontano dalla realtà. AMD ha brevetti, ha tecnologie, ha menti brillanti ed ora ha anche soldi da investire grazie a Sony, Microsoft, Apple e le partnership cinesi (Questi soldi non sono conteggiati nei rendiconti fiscali trimestrali e di fine anno, eheh).