Come paventiamo da mesi, utilizzando quali fonti per i nostri articoli due giornalisti giapponesi molto esperti del mercato dei semiconduttori e di CPU/GPU, cioè Hiroshige Goto e Yusuke Ohara, anche Charlie Demerjian conferma la voce secondo cui  nVidia salterà, con tutta probabilità, i 20nm di TSMC per passare direttamente ai 16nm FinFET. Di questa possibilità aveva parlato anche Carl Wakeland, Fellow Design Engineer in AMD, 9 mesi fa, proprio ad Hiroshige Goto.

 

 

Secondo quanto riporta Charlie, la GPU GM204B sarà la prima GPU ad utilizzare questo processo produttivo. Sembrerebbe, infatti, che nVidia commercializzerà una prima serie di schede nominate GTX880 e basate sulla GPU GM204 prodotta a 28nm (per ora conosciuta come GM204A), mentre in un momento successivo questa GPU sarà poi sostituita dalla GM204B a 16nm.

Qui si aprono quindi tre scenari:

  1. Nvidia manterrebbe la stessa nomenclatura per le schede, nonostante la sostituzione della GPU;
  2. Nvidia cambierebbe leggermente la nomenlcatura delle schede (ad esempio, da GTX880 a GTX 880 Ultra);
  3. Nvidia cambierebbe completamente la nomenclatura (ad esempio, da GTX880 a GTX960/970).

Quale di queste opzioni sarà quella utilizzata, spiega Charlie, dipenderà da TSMC e dal tempo necessario per avviare la produzione su larga scala dei 16nm FinFET. Più i tempi si allungheranno, maggiori saranno le probabilità di vedere la seconda o la terza opzione. Insomma, si potrebbe ricreare la medesima situazione che abbiamo visto con la GPU GK104, prima testa di serie con le schede GTX680, e poi scheda di fascia media con la GTX 760, dopo l'arrivo di Big Kepler, GK110.