Pagine

Di seguito i risultati dei benchmark effettuati sul comparto CPU del sistema nettop in esame.

imgB

imgD

Con la suite di Benchmark Sandra di SiSoft analizziamo il comportamento del microprocessore se sottoposto a sessioni di elaborazione su valori interi ed in virgola mobile. Nei due grafici in alto osserviamo che il Mini PC HD3 di Sapphire restituisce valori in linea con la concorrenza nel calcolo standard, mentre risulta più lento delle controparti Shuttle XS35GT-V2 (Intel Atom), Sapphire Mini PC HD2 (Intel Atom) ed Intel ULV (Pentium SU4100) nelle operazioni multimediali.

imgF

I test sulla crittografia, per quanto possano essere rappresentativi (mai ci sogneremmo di effettuare compiti gravosi con macchine dalla potenza così ridotta) danno ragione al neonato di casa Sapphire, che dimostra d'avere i muscoli per stare al passo con la concorrenza.

img11

In Fritz Chess Benchmark si rileva una leggera flessione rispetto al meno recente Mini PC HD2, ottenendo vlori inferiori del 6% circa.

 img15
A valori minori corrispondono migliori risultati

La banda massima a disposizione per le comunicazioni multicore è decisamente ridotta rispetto a quella offerta dalle CPU Atom impiegate nei prodotti della concorrenza: con soli 1,3 GB/s siamo indietro dell'80% circa rispetto al top performer, ed al meno recente Sapphire Mini PC HD2.

img17
A valori minori corrispondono migliori risultati

Si paga uno scotto anche in termini di latenze medie, decisamente elevate (149 ns contro i 22 ns delle soluzioni equipaggiate con processori Intel).