Le possibilità di overclocking di una CPU sono da sempre state dipendenti da due parametri: un moltiplicatore ed una frequenza di riferimento. Questo assunto è rimasto vero fino all'arrivo delle CPU Intel Core "Sandy Bridge" con le quali le modifiche circa la frequenza del BCLK sono vincolate ad un range troppo ristretto per poter essere considerate utili. Per intedersi è molto raro vedere la frequenza di base delle CPU Sandy Bridge ed Ivy Bridge riuscire a superare i 108-110MHz a causa del fatto che essa influenza quella di tutti i componenti comprese le memorie ed i componenti uncore. Potrendo contare solo sul moltiplicatore, e dunque solo sui modelli selezionati dal produttore per cui esso è sbloccato, sono molti i consumatori scontenti.

La situazione con le CPU Haswell potrebbe però cambiare. Secondo quanto riportato da Hardcoreware Intel avrebbe pensato di modificare l'approccio di una frequenza per gestire ogni cosa in favore di una soluzione a due clock, uno per le componenti core ed una per le componenti uncore. La notizia è comunque non ufficiale.

 

Intel-2012-Haswell-CPUs-Will-Feature-Improved-Multi-Core-Support-2