Secondo fonti vicine alla casa di Sunnyvale sembra ufficiale che le performance della nuova revisione di Tahiti XT, chiamata Tahiti XT2, siano superiori alle aspettative.

 

Non solo le rese produttive si sono alzate enormemente, grazie ai progressi di TSMC ed ad un leggero restyling di AMD, ma i chip stessi mostrano una propensione naturale al risparmio energetico.

 

Questo ha permesso ad AMD di abbassare notevolmente la tensione di funzionamento, passando da 1.175V a 1.020V, ed al contempo aumentando la frequenza di default del chip da 925Mhz a 1100 Mhz.

 

Questo boost potrebbe permettere ai propri partner, secondo alcune indiscrezioni, di poter rilasciare schede altamente overclockate. Si parla di modelli custom con GPU a 1350/1400 Mhz.

 

Dal lato memorie, invece, AMD non pensa di aumentarne la frequenza. Operando a 5500 Mhz, e con un bus di 384 bit, la banda passante di 264 GB/s sembra più che sufficiente.

 

La produzione su larga scala di Tahiti XT2 partirà a giorni, quindi i primi modelli dovrebbero vedere la commercializzazione a fine giugno, inizio luglio.

 

Si vocifera anche di una revisione di Tahiti Pro, ma per il momento non si conosce nulla a riguardo.