L'overclocker finlandese The Stilt, noto a tutta la comunità di appassionati, e creatore della patch per ottimizzare il codice x87 con le CPU Piledriver, ha superato la barriera degli 8200 Mhz con un A10-6800K.

 

 

Come è possibile osservare dallo screen di CPUz, l'APU ha toccato gli 8202 MHz grazie all'utilizzo dell'azoto liquido. La scheda madre utilizzata è stata la Asus  F2A85-V Pro, mentre le ram sono le AMD Radeon PE DDR3-1866 (Patriot Viper rimarchiate). Il vCore utilizzato era pari a ben 1.976v.

 

 

 

A titolo di confronto, il record  mondiale dell'A10-5800K è di poco inferiore agli 8GHz, pari a 7979 MHz, risultato conseguito dal clocker di Hong Kong CherV, sempre sotto azoto liquido, ma con la AsRock FM2A85X Extreme6.

Appare evidente come con la revisione Richland utilizzi un silicio a 32nm PD-SOI più raffinato rispetto a quello utilizzato con le APU Trinity. A questo punto aspettiamoci nuovi eclatanti risultati con le recenti CPU FX-9590. Si riuscirà a superare lo scoglio dei 9GHz?