L'unità di storage di Toshiba America Electronic Components ha svelato una nuova famiglia di SSD enterprise che supportano tecnologie di cryptographic-erase e self-encrypting (SED) e sono dotati di interfaccia SAS (eSSD) oppure SATA.

"According to Symantec, the average cost of an enterprise data breach is $5.5 million. System administrators can help to better secure sensitive data by using encrypted storage devices," afferma Scott Wright, product manager di Toshiba Storage Products Business. "Toshiba's latest eSSD and mobile HDD SED models provide the advanced security features companies need to properly sanitize SSDs in server and storage subsystems and ensure the security of private data on HDDs in mobile and desktop PCs to help prevent costly data breaches."

 

toshiba px02smq-u 01

 

 

  • I modelli PX02AMU e PX03ANU sono di tipo SATA ed usano memorie NAND Flash MLC che offrono supporo alla crittazione hardware per attivare le funzioni standard ATA Enhanced Secure Cryptographic Erase. Il PX02AMU è disponibile in tagli da 100 GB, 200 GB e 400 GB mentre il PX02ANU include modelli da 55 GB, 120 GB, 240 GB e 480 GB. Entrambi sono progettati per server e sistemi di storage entry level e mid-range.
  • La serie PX02SMQ/U include modelli enterprise SAS con celle MLC e capacità di 200 GB, 400 GB, 800 GB ed 1,6 TB. Supportano sia le funzioni di SANITIZE Cryptographic-Erase che quelle di TCG Enterprise SSC e sono perciò indicati per la gestione e la protezione dei dati sensibili in server e sistemi di storage mission-critical e business-critical.
  • Infine la serie MQ01ABU***W è riferita a dischi rigidi SATA tradizionali con fattore di forma da 2,5", profilo da 7 mm, velocità di rotazione dei piatti di 5.400 RPM e capacità da 250 GB, 320 GB e 500 GB. Questi dischi supportano le funzioni di ATA Enhanced Secure Cryptographic Erase e TCG-Opal SSC per la crittazione e protezione dell'accesso ai dati confidenziali di PC desktop e mobile.

A differenza della normale cancellazione dei dati, la funzione di Cryptographic-Erase rigenera la chiave di crittazione del disco (AES a 256-bit) invalidando di fatto tutti i dati precedentemente immagazzinati. Questo permette di ripulire il disco non solo in maniera sicura ma anche molto rapida.