La taiwanese VIA potrebbe abbandonare uno degli ultimi business in cui è attiva. Dopo aver dismesso la produzione di chipset, a causa delle restrittive imposizioni di Intel, VIA dal 2007 si è concentrata in altri ambiti.

Uno di questi è la produzione di propri processori x86, dedicati principalmente al settore embedded, ma l'arrivo su questo stesso mercato di ARM, AMD e Intel sta tagliando le gambe a VIA. Se nel 4° trimestre del 2011 le CPU vendute sono state 310.000, nel 4° trimestre del 2012 VIA ne ha consegnate appena 80.000.

Nel caso questo trend dovesse consolidarsi è probabile che VIA dovrà abbandonare anche la produzione di CPU x86, come pronosticato da IDC (International Data Corporation).

La casa taiwanese non riesce a stare al passo con i concorrenti, non solo dal punto di vista delle prestazioni, ma anche progettuale. Se nel prossimo futuro ARM, Intel e AMD passeranno a 20/22nm, VIA potrebbe rimanere ancorata a lungo ai 40nm, con tutto ciò che ne consegue: maggiore consumo energetico, maggiore costo di produzione e quindi minori ricavi.