Su ZDNet, Adrian Kingsley-Hughes ha avanzato un'ipotesi tanto esotica quanto realistica. La recente assunzione di Charles Matar e Wayne Meretsky potrebbero essere il segnale, da parte di AMD, di un interessamento per il mercato dei Tablet professionali.

 

 

Bernard Charles, CEO di Dassault Systemes, principale fornitrice di sistemi militari per la Francia, ha presentato al SolidWorks World 2013 un Tablet dotato di APU AMD FirePro, realizzato in collaborazione con Fujitsu. Poiché attualmente le uniche APU certificate FirePro sono quelle derivate da Trinity, le A300, con un TDP dichiarato di 65 o 100W, si suppone che questo Tablet debba essere dotato di una APU Hondo 2.0 con la certificazione FirePro.

Questa soluzione offre opportunità enormi per AMD. Prima di tutto, né Qualcomm né nVidia hanno disponibili SoC dotati di GPU pensate e certificate per il settore professionale. Secondariamente, anche se le avessero, non potrebbero sfruttarle. Windows RT non ha un parco software adatto. Al contrario le APU AMD, su architettura x86, possono sfruttare Windows 8 Professional con le relative applicazioni, ed offrire un Tablet adatto ad un utilizzo professionale. Quest'ultimo sarebbe poi collegabile a mouse, tastiera e monitor nel caso fosse necessario.

 Adrian Kingsley-Hughes si chiede, nelle conclusioni, se esiste o esisterà effettivamente un mercato per i Tablet Pro. Nel caso esista, AMD ne sarà sicuramente la testa di serie.

Un primo incoraggiante segnale c'è: Dassault se ne sta interessando.