Non è una novità affermare che una buona CPU o una buona GPU possano sembrare pessime se i programmatori non sfruttano le loro qualità hardware. Ricordiamo, ad esempio le istruzioni 3DNow!, create da AMD in contrapposizione alle MMX di Intel, ma mai "decollate" a causa del mancato supporto software (AMD non aveva un proprio compilatore e, soprattutto, non aveva le quote di mercato di Intel), o il rilascio della prima vera versione pesantemente multithread del formato di compressione ZIP, integrato in WinRAR.

Ora, invece, grazie all'enorme successo commerciale dell'uArch Zen nelle varie declinazioni, le vari case stanno cominciando ad aggiornare i propri software così da sfruttare al massimo l'hardware a disposizione. Autodesk non fa eccezione, e giunge in queste ore una minor release di Arnold che garantisce miglioramenti spettacolari!

In alcuni ambiti, poi, i guadagni sono ancora maggiori: "On AMD’s current top-of-the-range Threadripper Pro 3995WX, a “medium complexity” test scene rendered 1.27x faster than in previous releases; a “stress scene” with 8GB of textures rendered 237x faster". Questi, comunque, sono casi limite.

Ai tempi di Bulldozer, detto tra noi, sarebbe stato bello vedere queste ottimizzazioni anche per le configurazioni CMT ... ma lo scarso successo commerciale delle CPU FX non lo ha permesso.

 

Link alla pagina ufficiale di Arnold.