Dell apre il Cloud Computing all'insegnamento - Bits and Chips Skin ADV
Text Size

Dell ha presentato la propria nuova piattaforma di eLearning, chiamata "Next Generation Learning Platform".


Mark Horan, Dell global education vice president, si propone obiettivi molto ambiziosi con questo progetto: "Our mission is to equip teachers, administrators and parents with the resources they need to ensure all students reach their full potential. Our Next Generation Learning Platform and our cloud and services capabilities are part of our continuing investment in and commitment to developing the solutions our education customers tell us they need to improve learning outcomes".


I proponimenti di Horan, almeno sulla carta, sembrano ben supportati. Attraverso la piattaforma di Dell, gli insegnanti potranno tenere sott'occhio una quantità incredibile di informazioni, sia riguardanti i singoli studenti sia tutta la classe o la scuola, come ad esempio programmi scolastici, risorse didattiche, verifiche scritte, giudizi personali, appunti per le lezioni, e via di questo passo. Gli insegnanti, in questo modo, avranno un luogo unico ove poter gestire quello che precedentemente richiedeva vari spazi (registro di classe, schedario delle verifiche, quaderno delle lezioni, ecc) con un notevole risparmio di tempo e la possibilità di una semplificazione di gestione.


Inoltre, i servizi cloud permetteranno alle classi e alle scuole una collaborazione interdisciplinare e interscolastica. Scuole o classi anche molto distanti potranno collaborare a progetti comuni, così da migliorare le proprie abilità e capacità. Non solo, ma i lavori svolti potranno essere consultati da altri studenti o istituti, così da creare una Wiki scolastica da utilizzare per creare nuovi progetti o test di verifica.


Altra caratteristica saliente del servizio di Dell è la possibilità, per insegnanti ed educatori, di avere sotto controllo in tempo reale l'andamento scolastico dei propri studenti, così da poter programmare un percorso didatttico adatto ad ogni singolo studente.


Non sono poi dimenticati gli studenti disabili: vi è la possibilità di dettare il testo, per chi non può scrivere, o di utilizzare un sintentizzatore vocale per chi non può parlare.


Dell è continuamente occupata nel miglioramento di questo servizio, e lo fa in collaborazione con insegnanti e studenti, così che possa diventare maggiormente fruibile.  Per ora è disponibile solo negli USA, ma Dell spera di poter esportare in altri paesi.

OkNotizie
Gian Maria Forni
Autore: Gian Maria Forni
Esperto in:
Esperto di mercati e CPU
Sebbene sia laureato in Lettere e Filosofia, indirizzo Storia Contemporanea, e scriva per quotidiani e riviste di tale settore, ha sempre avuto la passione per l'informatica ed ha collaborato quale moderatore in importanti forum del settore
Notizie postate da Gian Maria ForniArticoli postati da Gian Maria Forni
2686
news
177
articoli
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 
 

BitsAndChips Official Channel