Pagine

Plustek ha in listino da diverso tempo molteplici modelli di scanner per negativi e diapositive, decisamente apprezzati anche dal pubblico più smaliziato, e con l’OpticFilm 135 l’azienda taiwanese si prefigge di allargare il proprio bacino d’utenza. Plustek, infatti, con l’ OpticFilm 135 non vuole mandare in pensione uno degli scanner attualmente in listino, quanto piuttosto allargare l’offerta per accontentare anche l’utenza meno preparata. Sebbene sia il più recente in ordine di presentazione, l’OpticFilm 135 non è certamente quello che garantisce le funzionalità più avanzate: se si è un utente/fotografo preparato, forse è il caso di rivolgersi a modelli più “anziani” (come l'OpticFilm 8200i Ai), ma in grado di garantire aggiustamenti certosini fin dal primo scanning. Come è possibile osservare dalla tabella sottostante, l’OpticFilm 135 non permette di mettere mano alla calibrazione IT8 o di eliminare automaticamente graffi o tracce di polvere (Funzione SilverFast iSRD). Addirittura non è necessario alcun preriscaldamento o una calibrazione iniziale una volta acceso (Già questo dovrebbe far comprendere a quale pubblico si rivolge l'OpticFilm 135). Per questi motivi, se si vuole il risultato migliore e si opta per acquistare l’OpticFilm 135, spesso ci si dovrà armare di pazienza e Photoshop al fine di eliminare i difetti - sempre che si sia in grado di notarli - dalle immagini generate.

 

Scanner OpticFilm 135 OpticFilm 8200i Ai
Sensore d'Immagine CCD CCD
Fonte Luminosa LED LED
Risoluzione (Hardware) 3600 dpi 7200 dpi
Modalità Scansione Colori: 48-bit input, 24/48-bit output
Scala di grigi: 16-bit input, 8/16-bit output
Bianco e nero: 1-bit
Colori: 48-bit input, 24/48-bit output
Scala di grigi: 16-bit input, 8/16-bit output
Bianco e nero: 1-bit
Portata Dinamica 3.4 3.6
Velocità Scansione 600 dpi: circa 40 secondi
3600 dpi: circa 205 secondi
3600 dpi: circa 36 secondi
7200 dpi: circa 113 secondi
IT8 Calibration No
SilverFast iSRD No
USB 2.0 2.0
Sistema Operativo
Windows 7 / 8 / 10
Mac OS X 10.8.x/ 10.9.x/ 10.10.x


In ultimo, va segnalato come non vi sia un sensore che permetta di velocizzare lo scanning quando i supporti non sono completamente popolati: sia che si stiano scannerizzando due diapositive, sia che se ne stiano scannerizzando quattro, verranno comunque scannerizzati tutti gli slot disponibili. Questo fatto potrebbe far innervosire qualche utente, in quanto si perde effettivamente tempo prezioso (scannerizzare il modulo per negativi richiede circa 2 minuti).