Il giornalista giapponese Hiroshige Goto, esperto di architetture CPU e GPU, e con molti agganci all’interno del mondo delle fonderie, ha pubblicato un articolo riguardo Steamroller e le possibili strade che potrebbe prendere AMD a riguardo.

 

 

Prima di descrivere quanto scrive Goto, bisogna subito puntualizzare un suo pensiero (comune a molti altri esperti): i problemi che stanno vedendo protagonista AMD sono dovuti principalmente al processo produttivo a 28nm.  Secondo la tabella originale, infatti, Bulldozer sarebbe dovuto essere a 28nm, ma quasi subito i piani di AMD dovettero essere cambiati, ripiegando sui 32nm. GlobalFoundries non sarebbe arrivata in tempo “all’incontro”, ed attualmente starebbe faticando ad arrivarci anche per Steamroller, anche se i motivi, questa volta, sono diversi. GF sta puntando tutto sui 14nm.

Roadmap supposta di AMD con le informazioni fino alla prima metà dell'anno (2012)

 

Roadmap supposta di AMD dopo le ultime news

 

Per tale ragione i 28nm in casa AMD sono quasi del tutto spariti nella fascia medio-alta, ma sono citati solo per i processori della serie FX.  La rivisitazione del contratto con GF, avvenuta in marzo, sarebbe stata causata da questo continuo ritardo da parte della fonderia. Così AMD ha deciso di rompere il cordone ombelicale con questa, cercando altri partner. TSMC in primis.

Una decisione avventata? Trasferire la produzione a TSMC di chip così complessi richiede una rivalutazione dell’intero progetto, e soprattutto un lavoro di coppia perfetto, tra AMD e la stessa fonderia taiwanese. Per questo Steamroller sembrerebbe posticipato a fine 2013, ed anche le nuove console Microsoft e Sony potrebbero vedere la luce in tale periodo per lo stesso motivo. AMD deve permettere a TSMC di studiare cosa deve produrre. Una sfida notevole per entrambe.

Tuttavia AMD non si legherà definitivamente a TSMC (a causa del relativamente basso regime di produzione), così come non abbandonerà completamente GlobalFoundries (fino al 2014 TSMC non sarà in grado di produrre CPU complesse come le FX), la quale ha affermato di voler superare tecnologicamente Intel. Il ritardo che sta accumulando Intel con i 14nm potrebbe essere un’opportunità più unica che rara per AMD di recuperare in poco tempo buona parte di quanto ha perso fino ad ora, ma solo per le APU meno esose e più semplici. GF punterà al settore Ultra Mobile con questo nodo produttivo, il settore ad oggi più remunerativo. Inutile, per il momento, farsi illusioni su una CPU AMD a 20/14nm di fascia alta almeno fino al 2015.

Roadmap delle fonderie

 

Alla luce di tutto questo, conclude Goto, Kaveri sarebbe stato cancellato, in favore di Richland, così da riuscire a produrre un’APU dalle buone prestazioni in tutta sicurezza. Si è messa da parte l’APU Kaveri, basata su Steamroller e con GPU GCN a 28nm, in favore di Richland, basata su Piledriver con GPU GCN a 32nm (convinzioni contrarie a quanto fino ad ora si è supposto). Nelle fasce più basse, al contrario, vista la relativa semplicità di Jaguar, verrà utilizzato il nodo a 28nm, proprio presso TSMC.