Pagine

Domanda che spinge a riflettere. L'acquisto di un personal computer gaming, sia desktop che notebook, impone alcune scelte obbligate che possono risultare dispendiose e che, a giochi fatti, potrebbero anche lasciare con l'amaro in bocca. E' bene sapere cosa si mette nel carrello della spesa ed essere preparati al possibile risultato, onde evitare di ritrovarsi con spiacevoli sorprese.

  • In primis, per avere il corretto supporto è necessairio l'acquisto di una scheda video NVIDIA Geforce che, per ovvie ragioni, non può essere inferiore a GTX 560Ti: la creazione di una scena 3D, infatti, è processo che sottopone l'acceleratore grafico a notevoli carichi di lavoro, ed è bene che sia abbastanza potente onde evitare di trovarsi a piedi quando si vanno a specificare le impostazioni di dettaglio grafico "elevate". Indi, GTX560Ti o superiori (che, in questi giorni, costa non meno di 180 euro).
  • Sulle macchine portatili c'è la scelta obbligata di effettuare l'upgrade a GeForce GTX 580M (nella macchina in prova costa 200 euro in più rispetto al prezzo della configurazione originale): questo perchè il modello base, GTX 560M (non consideriamo modelli inferiori perchè nel gaming 3D servono a poco o niente), non riuscirebbe a digerire il doppio carico di lavoro, a meno che non vi stia bene giocare a risoluzioni di 1366x768 punti che potrebbe essere la scelta ottimale solo con un monitor da 15".
  • Poi bisogna pensare al kit 3D Vision. Nella versione base, sprovvista di ricevitore, si devono spendere circa 120 euro; qualora il vostro sistema fosse sprovvisto di ricevitore dovrete prendere la versione con modulo USB ad un prezzo leggermente superiore. Esistono molti modelli di monitor con ricevitore integrato, prendeteli in considerazione al momento di scegliere!
  • Infine il monitor, che deve essere un modello apposito da 120 Hz. Ricordate che più è grande la diagonale visiva, maggiore deve essere la risoluzione di quadro onde evitare visibili decrementi della qualità dell'immagine quando, per guadagnare qualche FPS, si deve ridurre la risoluzione. Se si vuole giocare in modalità Full HD bisogna ritornare al primo punto e scartare a priori GeForce GTX 560Ti (a favore di un modello più potente, si intende).

Parlando degli occhialini, dobbiamo dire che sono stati migliorati rispetto alla prima revisione. A parte la colorazione opaca derivante dal rivestimento soft touch ed i bei inserti in alluminio spazzolato, rileviamo che il lavoro di ri-progettazione è stato davvero egregio: le lenti sono molto più grandi rispetto al precedente a garannzia di una maggiore area visiva ed ingresso di luce; l'intera montatura è stata disegnata per essere indossata assieme agli occhiali da vista tradizionali nella massima comodità, senza il fastidioso effetto di occhiali su occhiali: un prodotto finalmente comodo, da indossare senza controindicazioni.

3DVision
Nvidia 3DVision 2: lenti più grandi e montatura comodissima, indossabile sopra gli occhiali da vista

Beh, che dire, è ora di mettersi gli occhiali! Avviamo un novello-gioco-casuale-randomico-ahem-Skyrim-ho-detto-qualcosa-? e vediamo che succede. Bella la presentazione, bella la musica! ooooohhhh creiamo il personaggio e...e...e...e. Non c'è niente da dire. C'è solo da rimanere estasiati. Parla uno che ha passato 600 e più ore di gioco su Skyrim e vi dice solo questo: WOW! Se la nuova ondata di giochi 3DVision ready è così realizzata, che cosa ci verrà proposto in futuro?

E' molto difficile raccontarvi quel che vedo. Immaginate che il vostro schermo LCD non sia piatto, bensì cubico, un cubo con un lato molto lungo tale da generare una profondità di campo decisamente estesa. Al suo interno, il paesaggio, con oggetti posizionati ad arte nello spazio e ben distanziati l'un l'altro. Ci si muove nell'ambiente, e davvero si ha la sensazione di essere li.

Arriva un drago, vola intorno a noi, si prepara ad attaccare! Meglio raggiungere quella torre diroccata poco più avanti...no...aspetta, sembrava poco più avanti, in realtà è molto lontana, bisogna correre ed anche veloce. Ed ecco che erba, cespugli, colline e discese si parano avanti agli occhi nella corsa, con la furia degli elementi che si scatena alle nostre spalle (ma proprio il drago di fuoco ci doveva capitare?). Un momento...è tempo di sfoderare la spada e far vedere chi è che comanda. FUS - RO - DAH! Che la legge del Dovakhiin venga rispettata.

Nord
Skyrim rende particolarmente bene in 3D, con paesaggi che si estendono in profondità
e che permettono di cogliere l'ampiezza delle scene

La cosa che colpisce di Skyrim 3D è il lavoro fatto sulla profondità dei paesaggi. Gli oggetti vicini sembrano davvero vicini, mentre quelli lontani sono effettivamente posizionati più avanti rispetto all'area in cui il personaggio si muove, e l'effetto sfocatura non fa altro che accentuare questa sensazione. Se a tutto ciò si aggiunge una mappa enorme ed una tipologia di gioco free-roaming, si può avere un chiaro quadro del senso di libertà che il gioco stesso può offrire. I prodotti GeForce GTX 560Ti e GeForce GTX 580M sembrano digerire molto bene questo capolavoro, a patto di non eccedere con la risoluzione video.

Un altro titolo da giocare in 3D che caldamente consigliamo di aggiungere alla vostra collezione è l'ultimo capitolo della Saga Batman: Arkham City. Questo gioco è fondamentalmente simile al predecessore, ma è sviluppato in modo che l'effetto profondità sia davvero intenso e garantisca la stessa sensazione di correre in mezzo al paesaggio stile Skyrim, garantendo il senso della distanza e permettendo al giocatore di ottenere maggiori informazioni sulle strategie dei nemici (carpirne il percorso, il tempo necessario all'avvicinamento, punti chiave per nascondersi ed altre amenità tattiche similari).

Batman
Bisogna picchiar sodo se si vuol sopravvivere, in Arkham City!

Il pregio di Batman: Arkham City sta nell'impiego della tecnologia di antialiasing intelligente FXAA, che massimizza la qualità grafica con impatto prestazionale pressochè inesistente, tale da permetterne l'uso anche in modalità 3D con massima gioia per i nostri occhi. Il piatto forte riguarda la massiva implementazione di PhysX che, accoppiata a 3DVision, lascia il segno: scoppi di vetri, schizzi d'acqua, effetti luce e fuoco vi arrivano direttamente in faccia creando una situazione talmente realistica che, talvolta, può rallentare nell'azione perchè si deve effettivamente capire cosa sta succedendo. Peccato che l'attivazione di PhysX modifichi il gioco in maniera così radicale che, una volta provato, non se ne possa fare a meno, e che PhysX + 3DVision davvero non vanno d'accordo con acceleratori video di fascia media come GTX 560Ti! Dovete prepararvi ad uno sforzo economico maggiore poichè qui GTX570/580 o SLi di GTX 560Ti serve davvero.